Ecco Col-Taxi, per spostarsi di notte in tutta la città di Treviso

Il progetto ha come finalità l’ampliamento dei servizi dedicati alla mobilità in ambito urbano nella città di Treviso anche nelle fasce orarie notturne, quando il trasporto pubblico è quasi assente

TREVISO - E’ stato presentato oggi nella sede amministrativa di MOM-Mobilità di Marca, società del trasporto pubblico urbano nella provincia di Treviso, il progetto COL-TAXI nato dall’accordo tra l’azienda e la cooperativa Radio Taxi Treviso (Co.Ta.Tre.) e co finanziato dal programma europeo LIFE+ PERHT (Parking Green Service for better Environment in Historic Town) cui aderiscono, oltre a MOM, Comune di Treviso, MemEx srl (Livorno), Softeco spa (Genova), EARTH (Associazione città storiche, UK). Il progetto che prenderà avvio nel mese di agosto 2014 per una sperimentazione di un anno, ha come finalità l’ampliamento dei servizi dedicati alla mobilità in ambito urbano nella città di Treviso anche nelle fasce orarie notturne, quando il trasporto pubblico urbano è quasi del tutto assente e in particolare, vuole migliorare i collegamenti tra centro e periferia. L’obiettivo è stato raggiunto grazie all’accordo con i tassisti già operativi in città per questo lo slogan scelto per COL-TAXI è: “il taxi che di notte si sente bus”.

COME FUNZIONA: Il servizio sarà attivo nelle fasce orarie 20:30/00:30 e 4:30/6.30 nei giorni in cui vige il servizio di trasporto pubblico fornito da MOM. E’ riservato ai soli abbonati di almeno 16 anni (gli under 16 dovranno essere accompagnati da aventi diritto). Sarà quindi possibile effettuare trasferimenti con i taxi lungo le linee attualmente previste dal trasporto urbano: da fermata a fermata e lungo la stessa linea del bus. L’area urbana di Treviso è stata suddivisa in 3 zone (centro, periferia 1 e periferia 2). A ciascuna zona corrisponderà una fascia tariffaria. Il cliente pagherà per il suo trasferimento la tariffa più periferica attraversata. Si potrà viaggiare nelle direzioni centro-periferia e viceversa (mentre non sarà possibile, con unica tariffa, passare da una zona periferica all’altra attraversando il centro, né effettuare spostamenti che coinvolgano più linee del bus).

TAXI COLLETTIVO: Le tariffe per il singolo passeggero andranno da 4€ per i trasferimenti centro-centro, ai
7€ per i tragitti centro-periferia1, fino ad un massimo di 9€ per le tratte centro-periferia2. Ma sarà possibile un abbattimento sostanzioso delle tariffe in caso di utilizzo collettivo del taxi. Quattro passeggeri, ad esempio, pagheranno da 2€ ad un massimo di 3€ ciascuno.

SERVIZIO SU CHIAMATA: Per usufruire del servizio si dovrà chiamare il call center radio taxi al numero 0422.431515. Si potrà inviare anche un SMS accedendo all’area dedicata a COL-TAXI dall’APP per smartphone TreviMOVE. In entrambi i casi si verrà richiamati da un operatore in servizio che chiederà la posizione della fermata di partenza. Il servizio COL-TAXI sarà promozionato con adesivi ben visibili su tutte le fermate dell’area coinvolta, ci saranno locandine promozionali sia alle pensiline di attesa che all’interno dei bus urbani. Questo per fare in modo che sia il servizio che il numero telefonico per accedervi diventino sempre più familiari all’utenza.

GIULIO SARTOR, Presidente MOM: “Dobbiamo ringraziare la cooperativa Radio Taxi Treviso per la disponibilità dimostrata nel partecipare ad un progetto che mira ad integrare i servizi di trasporto e a offrire una mobilità moderna e sostenibile per i cittadini. Va ricordato che dal 2011, prima della nascita della società unica MOM, a fronte di una riduzione dei trasferimenti era stato ridotto il servizio serale urbano.

 Di fatto, eccettuate alcune corse che arrivano alle 22:30, oggi il servizio urbano cessa su quasi tutte le linee tra le 20:00 e le 20:30.  Stesso dicasi per le prime ore del giorno, dal momento che i nostri bus entrano in servizio tra le 6:00 e le 6:30 del mattino.  Avendo preso atto che ciò rappresenta una forte limitazione alla mobilità per i trevigiani, grazie alla stretta collaborazione tra i nostri uffici, il Comune di Treviso e la cooperativa Radio Taxi Treviso, contiamo di poter offrire con COL-TAXI un importante servizio, in particolare per i tanti pendolari che rientrano tardi o devono partire molto presto per il lavoro e devono recarsi o rientrare dalla stazione ferroviaria. Va inoltre sottolineato che il servizio sarà realizzato grazie alle tariffe agevolate previste dai tassisti, senza necessità di coperture attraverso risorse pubbliche. Di fatto i costi previsti andranno a coprire il solo materiale promozionale di prossima distribuzione”.

ROBERTO GRIGOLETTO, vice-sindaco COMUNE TREVISO, con delega alla Mobilità: “Il servizio di COL-TAXI presentato oggi si inserisce all'interno del progetto di riconversione del centro storico promosso dalla nostra amministrazione e approvato nei giorni scorsi dal Consiglio comunale. Il nuovo accordo con tra Mom e i tassisti va nella direzione di implementare e intensificare il trasporto pubblico locale. Una condizione necessaria al progetto di rilancio del centro che coinvolge anche i quartieri. Il servizio di COL-TAXI, oltre a offrire un servizio che garantirà la mobilità di cittadini e turisti anche nella ore notturne, incentiva la formula del car-sharing che, oltre ad essere economica, rispetta l'ambiente in cui viviamo".

FRANCO PIASER, vice-presidente Co.Ta.Tre.: “Siamo lieti che il percorso iniziato diverso tempo fa con l’ex ACTT sia giunto ora a compimento con MOM. Noi rappresentiamo una cooperativa di circa 30 tassisti operativi a Treviso (da 6 a 8 taxi operativi in fasce notturne) una città di piccole dimensioni dove il servizio taxi è inevitabilmente sotto utilizzato. Anche per questo abbiamo scelto di accogliere la richiesta di integrare i nostri servizi negli orari scoperti dal trasporto pubblico urbano facendo un sacrificio importante in termini tariffari (con una riduzione che arriva fino al 56%) che è a carico totalmente dei nostri soci. Riteniamo però che questo convenzionamento possa avere un importante effetto sotto il profilo della promozione dell’uso del taxi, anche in forma collettiva. Al termine della fase sperimentale, tra un anno, siamo pronti a verificare la risposta dell’utenza ed eventualmente ad ampliare anche le fasce orarie di presenza, magari nei fine settimana, se vedremo che questa sarà la richiesta”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Video

    Maturità 2018: Aristotele(s) "terrorizza" gli studenti!

  • Cronaca

    Festa d'Estate 2018: Arianna Antinori e Phil Palmer accendono Vascon!

  • Attualità

    La storia di Khalid: da ambulante a saldatore, benefattrice gli paga il corso

  • Cronaca

    Droga e alcool, poi gli abusi sessuali: filmino hard girato dall'ex fidanzato

I più letti della settimana

  • Maxi incidente in Feltrina: cinque persone ferite, viabilità nel caos

  • Tragedia sul lavoro a Resana, precipita dal tetto e muore

  • Precipita con il parapendio, muore 54enne di Montebelluna

  • Passo San Boldo: compie cent'anni la strada costruita in cento giorni

  • Resana: una raccolta fondi per aiutare la famiglia dell'operaio morto sul lavoro

  • Alla ricerca di Antonella: un appello per ritrovare l'amica conosciuta trent'anni fa

Torna su
TrevisoToday è in caricamento