Collegio Pio X, venerdì sera duello in inglese tra studenti

Si chiama 'debate' ed è un'occasione per migliorare la propria retorica e per cogliere i falsi messaggi dei cattivi maestri

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Venerdì 29 novembre, alle ore 19, gli studenti di varie classi degli istituti liceali del Collegio Pio X, preparati e seguiti dalla giornalista italo-australiana Patty Durath Cooper, sosterranno un dibattito a squadre in lingua inglese, aperto al pubblico.

I temi che verranno trattati saranno: Organismi Geneticamente Modificati; Parità di diritti tra uomini e donne; Obiettivi personali da raggiungere entro il termine dell'anno scolastico. È un dibattito che si conclude con vinti e vincitori, secondo il giudizio del pubblico presente. E in futuro il collegio proporrà il 'debate' anche tra studenti delle diverse scuole della città.

Il "debate" rappresenta infatti un'occasione per migliorare la propria retorica, scambiandosi idee ed opinioni su problematiche di interesse generale. Gli studenti coglieranno questo momento per confrontarsi ed esprimersi.

"E' una iniziativa messa a disposizione dei liceali", ha detto il rettore don Francesco Pesce, "con lo scopo di preparare i giovani a confrontarsi con serenità e serietà, ma soprattutto con l'uso appropriato delle argomentazioni, in ogni circostanza della vita, in particolare nelle relazioni con il mondo degli adulti e, fin da subito, per cogliere i falsi argomenti dei cattivi maestri, oggi con i social media molto vicini ai giovani".

Tutti sono invitati ad assistere e partecipare, in qualità di giudici della competizione fra squadre. A conclusione, seguendo la tradizione anglosassone, tutti i partecipanti possono portare qualcosa da condividere in un momento conviviale.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento