homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Alla prof. "piacciono le bananone": studentessa nei guai

La studentessa di un corso serale a Treviso è finita nei guai per aver pubblicato un commento piccante su una docente sulla bacheca di gruppo di Facebook

"Le piacciono le bananone": per una battuta hot su un'insegnante una ventenne trevigiana rischia la querela.

A seminare il caos nel corso serale di un istituto superiore di Treviso è stato il commento piccante comparso sulla bacheca di un gruppo privato di Facebook. Resta un mistero come insegnanti e preside siano venuti a conoscenza della combriccola virtuale che si divertiva a scambiarsi battute e commenti sui professori.

Forse qualcuno ha fatto la spia. O forse è merito dell'intrapredenza degli insegnanti. Quel che è certo è che sulla studentessa dalla tastiera tagliente si è abbattuto un uragano.

La maliziosa frase: "Le piacciono le bananone", riferita al compagno africano della professoressa in questione, è stata letta dal diretto interessato come un'offesa di stampo razzista. Per questo la ventenne rischia una querela, dopo le severe lavate di capo arrivate dagli altri docenti.

Secondo quanto raccontato dai compagni, la ragazza sarebbe stata ripresa davanti a tutta la classe da un professore. Alla paternale la ventenne avrebbe risposto ammettendo la propria colpa, ma spiegando, al tempo stesso, che la sua battuta non aveva alcuna implicazione di carattere razzista.

Non sono scampati alle ire del corpo docenti nemmeno gli altri membri del gruppo, tra i quali, molto probabilmente si nasconde anche la spia. L'istituto, tuttavia, avrebbe rinunciato, almeno per ora, a prendere provvedimenti nei confronti degli studenti.

L'episodio è sulla bocca di tutti e tra i banchi del corso serale, tra chi minimizza e chi si indigna, c'è anche chi se la ride sotto i baffi.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (7)

  • Avatar anonimo di enzo
    enzo

    onestamente non pensavo che ancora a Treviso ci siano siffatte  persone .nel mondo .accademico.povera Italia

  • Avatar anonimo di ????
    ????

    per prima cosa non era una battuta razzista... come seconda cosa in quel gruppo cera un infame do merda...

  • Avatar anonimo di io
    io

    Perché deve essere una battuta razzista, io proprio di razzismo non ce ne vedo. Semmai vedo un chiaro intento di specificare quanto fosse maialona e ingorda l'insegnante, tutto qui.

  • Avatar anonimo di Akemi
    Akemi

    Io lo vedrei come un complimento al compagno di colore!!! Sono belle doti quelle, altroché!

  • e che sarà mai...non è neanche originale come battuta!

  • Quando si cerca un pretesto per buttarla sul razzismo ad ogni costo mi infastidisce. Poi, le banane fanno bene alla circolazione.

    • Avatar anonimo di Spina
      Spina

      Sono d' accordo! Non era razzista secondo me!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Infermiera di 48 anni muore dopo due settimane di agonia: fatale un incidente sulla Feltrina

  • Incidenti stradali

    Incidente stradale a Castelfranco Veneto: due persone ferite in un violento frontale

  • Cronaca

    Parcheggio semi-vuoto: i vigili di Villorba posteggiano sugli stalli per i disabili

  • Cronaca

    Il trevigiano Giovanni Follador confermato come presidente delle 537 Pro Loco venete

I più letti della settimana

  • Inferno sulla Treviso-mare, camper contro auto, un morto: traffico in tilt

  • Villa d'Asolo, schianto tra due auto all'alba, muore una 42enne

  • Tromba d'aria su Miane e Follina, alberi caduti, case e capanni scoperchiati

  • Lutto al liceo Canova, morto a 56 anni il professor Fabio D'Alessi

  • Scossa di terremoto avvertita nella Marca trevigiana nella notte: epicentro nel vittoriese

  • Sabato si riaprono i cancelli della ex "Pagnossin": lo stabilimento torna a vivere

Torna su
TrevisoToday è in caricamento