"Commercianti a morte", preso l'autore dei cartelli sulle vetrine

Minacce ai negozianti di Montebelluna nei giorni scorsi hanno fatto preoccupare. il colpevole, un 75enne del posto, ha raccontato la sua

I commercianti di Montebelluna possono tirare un sospiro di sollievo. Nei giorni scorsi diversi di loro avevano trovato dei cartelli minatori affissi sulle vetrine dei loro negozi. L’ultimo tra i tanti episodio era accaduto domenica quando il titolare di un’attività aveva denunciato la scritta “Alì Babà e i 40 ladroni a morte + 1”. Ma non era l’unico. I giorni prima anche un altro commerciante era stato spaventato da un cartello su cui si leggeva: “Commercianti disonesti ladroni morte”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il caos si era creato a seguito della nuova viabilità del centro. I commercianti avevano più volte protestato contro la pedonalizzazione e le tensioni erano salite. Le indagini effettuate dai carabinieri hanno permesso di risalire al colpevole, un ex operaio di 75 anni residente a Montebelluna che ha dichiarato di essersi stancato di sentire le proteste degli imprenditori che si sono arricchiti negli anni a dismisura ed ora pretendono anche di lamentare una chiusura del traffico parziale. L’uomo è stato denunciato per diffamazione aggravata continuata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus nella Marca: ecco la mappa del contagio comune per comune

  • Famiglia Zoppas in lutto: morto a soli 55 anni il noto manager Marco Colognese

  • «Prima smaltite ferie e permessi». Negata la cassa integrazione al Solnidò di Villorba

  • Coronavirus, oltre 10mila contagi in Veneto: cinque morti nella Marca

  • Scopre agricoltore che sversa liquami nel fosso: viene preso a martellate

  • Passeggia a 150 metri da casa: multato dalla polizia stradale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento