Concorso nazionale di poesia "Fides Milani Finotti": a vincere è la trevigiana Irene Guiotto

Residente presso la Comunità Alloggio per disabili "Casa Spigariol Minatel" di Breda di Piave, Irene ha partecipato grazie al 'Progetto Lettura' della struttura

BREDA DI PIAVE Irene Guiotto, residente presso la Comunità Alloggio per disabili "Casa Spigariol Minatel" di Breda di Piave, della Fondazione "Il nostro domani" Onlus, ha vinto il primo premio di categoria al concorso nazionale di poesia "Fides Milani Finotti" indetto dal comune di San Giorgio delle Pertiche (PD) e giunto alla sua 9° edizione. La premiazione si è svolta domenica scorsa.

Il suo componimento, intitolato 'L'importanza dell'amore', ha colpito i membri della giuria per "la tenerezza profonda con cui viene trattato il tema della lontananza in amore". Scrivono ancora i giurati nella motivazione: "Assenza, distanza e privazione sono dolori, ma una volta elaborati si approda alla serenità sprigionata da un calore interno e dal desiderio di amare ed essere amati". Questo traspare dai versi di Irene Guiotto nata a Salvador de Bahia (Brasile). La partecipazione di Irene alla manifestazione è stata promossa dall'equipe educativa della Comunità che ha creduto fortemente nelle sue risorse, valorizzandone le capacità creative.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Attraverso il 'Progetto Lettura' realizzato in stretta collaborazione con la bibloteca comunale di Breda, e conosciuta la passione per la poesia di Irene, si è cercato di garantirle la possibilità d'esprimere pubblicamente le sue doti e di raggiungere così questo prestigioso traguardo - ha dichiarato Vittore Trabucco, consigliere d'amministrazione in 'Fondazione Il Nostro domani Onlus' - Come Fondazione siamo particolarmente fieri ed orgogliosi, perchè integrazione e partecipazione costituiscono da sempre i nostri valori portanti nel favorire la centralità delle persone disabili residenti nelle nostre comunità alloggio. E siamo anche sinceramente emozionati per quegli arcobaleni d'emozioni che Irene ci regala con i suoi versi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borsa di cibo gettata tra i rifiuti: «Uno spreco che fa rabbia»

  • Vasto incendio da "Vaka Mora": a fuoco 500 balle di fieno

  • Malattia fulminante spegne la vita della piccola Nicole a soli 12 anni

  • Scompare all'improvviso da casa, il biglietto ai genitori: «Non venitemi a cercare»

  • Nuova ordinanza di Zaia: «Mascherine solo al chiuso o a meno di un metro»

  • Runner scivola e precipita nel vuoto: muore 37enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento