Aggredisce e rapina la vicina di casa, 21enne condannata

L'episodio è avvenuto il 13 maggio scorso in un pianerottolo di una palazzina di via Verdi a Conegliano. La ragazza, jesolana, erafinita a processo con l'accusa di rapina, tentata rapina e lesioni personali

Via Verdi a Conegliano

Due anni e sei mesi di reclusione, questa la sentenza emessa ieri mattina nei confronti di una 21enne domiciliata a Conegliano, ma residente a Jesolo, finita a processo con l'accusa di rapina, tentata rapina e lesioni personali. I fatti sono avvenuti il 13 maggio scorso. Teatro della vicenda il pianerottolo di una palazzina al civico numero 57 di via Verdi a Conegliano. Secondo l'accusa si sarebbe trattato di una aggressione preceduta da un tentativo di rapina avvenuto il 9 dello stesso mese, quando la ragazza con un pretesto era riuscita a introdursi nell'appartamento della vicina e dopo averla presa per il collo si era fatta dare del denaro. Ma le grida di aiuto della donna avevano costretto la 21enne a scappare velocemente senza portarsi via i soldi. Solo quattro giorni dopo la giovane ci riprova: intercetta la vicina di casa mentre questa, intorno alle 11 del mattino, stava aprendo il portoncino d'ingresso del suo appartamento rientrando in casa dopo aver fatto la spesa in un supermercato poco lontano dalla palazzina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Adesso tu mi dai i soldi che mi dovete»: le ha intimato la giovane, che per rendere più convincente la minaccia afferra la sua vittima per le braccia scaraventandola a terra. Poi la colpisce ripetutamente e con violenza tanto da causare alla malcapitata, che non riesce a parare i colpi, un forte trauma cranico e un trauma contusivo al collo. Con la vittima messa ko la 21enne sarebbe passata all'azione: riesce a impossessarsi della borsa sottraendo 55 euro. Poca roba rispetto al presunto debito che il marito della vittima avrebbe avuto nei suoi confronti: e così, per aumentare il bottino del raid, le strappa dal dito anche la fede nuziale in oro. Alla scena assiste anche una vicina che tenta di andare in soccorso della donna. Ma la 21enne reagisce con violenza scagliandosi contro l'altra vicina, che prima viene colpita alla testa e poi finisce per essere graffiata al volto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento