Stazione delle corriere di Conegliano di nuovo nel mirino dei vandali

Avviate nuove misure di sicurezza, fondamentale il rapporto con Istituzioni e forze dell’ordine. La scorsa settimana ignoti avevano forzato la porta d'ingresso

CONEGLIANO Nuovo atto di vandalismo nella sala autisti MoM, al Biscione di Conegliano. Dopo lo sfondamento della porta d’ingresso della scorsa settimana, nella notte tra lunedì e martedì i vandali hanno nuovamente preso di mira l’autostazione, danneggiando ancora l’entrata e mettendo a soqquadro gli spazi riservati agli autisti MoM.

Una situazione che si protrae da lungo tempo e che desta notevole apprensione nella dirigenza aziendale: “Non è la prima volta che si registrano atti vandalici nella sala MoM – commenta Giampaolo Rossi, direttore MoM -  e l'accaduto è sempre stato puntualmente denunciato al commissariato di polizia di Conegliano. La situazione dell’autostazione del Biscione è conosciuta da tempo e per questo, d'accordo con il Comune, legittimo proprietario degli spazi, abbiamo istituito un sistema anti intrusione ed un servizio di vigilanza di cui ci siamo fatti carico internamente”.

Dal 15 marzo MoM ha infatti ulteriormente intensificato le ronde notturne e, in aggiunta a tali misure straordinarie, si è deciso di sostituire il serramento divelto con un portoncino blindato, a cui si aggiungerà un sistema d’allarme, già è in corso di installazione. “Purtroppo sembra che nulla fermi i malintenzionati – prosegue il direttore Rossi - e la situazione ci preoccupa notevolmente, perché l’incolumità dei lavoratori e della clientela è la nostra priorità. Come azienda affrontiamo la situazione mettendo in campo tutte le iniziative che riteniamo necessarie per tutelare i beni aziendali e il personale MoM. È però evidente che, nonostante il nostro impegno, non possiamo sostituirci alle forze dell’ordine ”.

I problemi di ordine pubblico nei pressi dell’autostazione di Conegliano – conclude il presidente MoM, Giacomo Colladon - rappresentano una criticità ben nota, a cui bisogna dare presto una soluzione. Per questo abbiamo richiesto un incontro con l’Amministrazione Comunale, allo scopo di avviare un dialogo che consenta di rivedere in tempi brevi l’intera logistica della zona del Biscione e riqualificare completamente l’area. Un cambiamento necessario, che potrà essere attuato solo grazie ad una stretta collaborazione con tutte le forze di polizia e con gli Enti locali”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore durante l'ora di educazione fisica, muore studente 14enne

  • Si schianta contro un'auto mentre è in bicicletta: morto un ciclista 40enne

  • Il figlio muore per una malattia rara, padre si toglie la vita

  • Suicidio all'Hotel Treviso, 47enne trovato senza vita nella sua stanza

  • Virus incurabile, cantante trevigiana muore a 51 anni

  • Dispositivo anti telelaser in auto, maxi multa per un 32enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento