Il Comune "rimborsa" la Tares agli asili nidi di Roncade

Grazie all'erogazione di questo contributo, i gestori degli asili nido e delle scuole dell'infanzia potranno recuperare quanto versato per la Tares

In foto il Municipio di ROncade

La Giunta comunale ha erogato un contributo straordinario di 8 mila euro per gli asili nidi di Roncade. La somma verrà ripartita, sulla base dei bambini frequentanti, al nido ‘Arcobalena’ di Musestre e ai nidi integrati di Biancade e Roncade. “Abbiamo deciso di erogare queste risorse – spiega l’assessore all’istruzione Dina Brondolin – anche a seguito degli incontri con le direzioni degli asili nidi nei quali erano emerse le sofferenze finanziarie che gli stessi stanno vivendo a causa dei tagli ai finanziamenti da parte della Regione. Una scelta coerente con l’impegno della nostra Amministrazione comunale di garantire i servizi fondamentali, in particolare il servizio scolastico al fine di mantenere inalterate le rette  a carico delle famiglie”.

Grazie all’erogazione di questo contributo straordinario, i gestori degli asili nido e delle scuole dell’infanzia di Roncade potranno recuperare quanto da loro versato per la Tares. “Abbiamo fatto in modo – osservaPieranna Zottarelli, assessore al bilancio –  che non fossero penalizzati rispetto agli istituti statali che sono esentati dal pagamento per legge”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sostegno alle scuole del territorio è una priorità dell’Amministrazione Rubinato: lo conferma anche il fatto che entro il 31 dicembre 2013 gli uffici hanno provveduto ad erogare l’intero contributo stanziato per le scuole paritarie, 600 euro pro capite per bambino, quota ben superiore alla media versata dai Comuni in Veneto che è di 400 euro (dati Fism), ma anche allo stesso contributo statale e a quello regionale che in questi anni hanno subito tagli pesanti. Un impegno particolarmente apprezzato dai gestori delle due scuole materne paritarie: grazie alla celerità dell’erogazione dei fondi comunali è stato possibile per gli istituti pagare la tredicesima ai dipendenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grandine e temporali, la Marca nella morsa del maltempo

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Travolta sulle strisce pedonali, anziana ricoverata in rianimazione

Torna su
TrevisoToday è in caricamento