Controlli all'Home Festival: niente spray e 250 persone a sera in campo per la sicurezza

Tutto pronto a Treviso per l'attesa manifestazione musicale che porterà in zona Dogana migliaia di giovani da tutto il Mondo. Primo obiettivo per tutti è la sicurezza del pubblico

Un momento della conferenza stampa con il Questore

TREVISO Tutto pronto ormai per l'inizio dell'Home Festival che aprirà i battenti, come di consueto, mercoledì prossimo con la serata gratuita offerta da Aperol Spritz che già si presume sarà soldout e per la cui partecipazione è necessario registrarsi sul sito della manifestazione. Saranno ben cinque giorni di musica quelli che in migliaia da tutto il Mondo aspettano già dalla chiusura dell'anno scorso, ma migliaia e migliaia di ospiti a serata non sono di facile gestione e per questo, nelle ultime ore, sono stati approntati gli ultimi accorgimenti tecnici e di personale per permettere al pubblico di fruire al meglio dell'evento. La novità di quest'anno sarà, ad esempio, l'assoluto divieto di introdurre nell'area della manifestazione gli spray, compresi i deodoranti e quelli urticanti di libera vendita, il tutto per evitare che malintenzionati possano usufruirne per scatenare il panico durante i concerti.

Per mantenere poi la sicurezza costante, il founder Amedeo Lombardi ha stretto accordi con agenzie di vigilanza specializzate e private e così circa 70 uomini a sera vigileranno attentamente su ogni singolo ospite del Festival. Non solo però privati, anzi, soprattutto le forze dell'ordine saranno presenti sull'intera superficie della manifestazione. Ci saranno infatti la Polizia Postale e la Digos per controllare i siti Internet collegati all'evento per evitare possibili truffe; ci saranno i militari della guardia di finanza per dirimere episodi di abusivismo e vendita di prodotti contraffatti; ci sarà la Polfer per controllare le corse dei treni da e per Venezia-Mestre, compresi i treni speciali messi a disposizione dal'organizzazione dell'Home Festival; e ancora carabinieri e poliziotti in borghese ogni sera e la polizia locale a mantenere fluida la viabilità su tutta San Giuseppe e a sensibilizzare i ragazzi sul mettersi alla guida in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di stupefacenti. Ogni giorno poi, prima dell'inizio dei concerti, artificieri e reparti cinofili controlleranno l'area della manifestazione, mentre saranno sempre a disposizione anche i reparti dell'antiterrorismo (il SOS dei carabinieri e l'UOPI della Polizia di Stato).

"L'Home Festival è un evento di portara internazionale e proprio per questo richiede uno sforzo congiunto da parte sia degli organizzatori che di tutte le forze dell'ordine coinvolte" ha dichiarato il Questore di Treviso Maurizio Dalle Mura, il quale ha anche elogiato la costante presenza in loco sia dei vigili del fuoco, con un'autobotte, e del Suem 118 che avrà il tradizionale spazio di soccorso all'interno della manifestazione con anche 5 ambulanze e tre squadre di soccorritori a piedi. Fondamentali, infine, anche i controlli intensificati dalla polizia di frontiera all'Aeroporto Canova e le molteplici telecamere di sorveglianza che ora per ora registreranno quanto succederà in zona. "L'area della Dogana può ospitare 17mila persone a serata e richiede quindi specifiche previsioni per la sicurezza, ma devo dire che il piano sanitario e di rischio presentato da Amedeo Lombardi è stato esaustivo. Complimenti a loro quindi, ma anche a tutte le forze dell'ordine e ai soccorsi che epr cinque giorni, e non solo si adopereranno al massimo per la riuscita della manifestazione" ha concluso il Questore.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

IMG_5274-4

Allegati

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Pioggia, vento e grandine: la Marca ancora nella morsa del maltempo

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • Sorgenti del Piave, la commissione di esperti conferma: «Sono in Veneto»

I più letti della settimana

  • Tragico frontale a Borgoricco, morto un prete di 82 anni

  • Preso a bastonate e soffocato con un cuscino: arrestate per omicidio

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Malore fatale nella notte, muore una 45enne

  • Malore fatale mentre fa jogging, stroncato da un infarto a 71 anni

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento