Controlli notturni antidroga dei carabinieri: un arresto e tre persone denunciate

A finire in manette un 35enne a San Biagio di Callalta. Nei guai anche gli avventori di un bar di Carbonera, a sua volta stangato con una multa dovuta a carenze igienico-sanitarie

Parte del materiale sequestrato

Tra la serata di venerdì e e l'alba di sabato nella Marca sono stati effettuati diversi controlli antidroga da parte dei carabinieri di Silea, Treviso e Zero Branco, oltre ai Nas e al reparto cinofilo di Torreglia (PD). Sono stati 25 i mezzi controllati, mentre 62 le persone perquisite nella notte. Nei guai è finito soprattutto un 35enne nigeriano che è stato arrestato in flagranza di reato, a San Biagio di Callalta, mentre stava cedendo 1 grammo di cocaina ad un 48enne. L'uomo, dopo la convalida del fermo, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Successivamente, nel mirino dei militari è entrato un bar di Carbonera dove sono state denunciate due persone per possesso di droga. Da un lato un 31enne che aveva con sé ben 12 confezioni di cocaina per un totale di 8 grammi e che da una successiva perquisizione domiciliare  è stato scoperto avere in dote una pistola giocattolo (senza il necessario tappo rosso di riconoscimento) e due proiettili. Dall'altro una ragazza di 26 anni che aveva in tasca 4 grammi di marijuana. Segnalato alla Prefettura di Treviso, invece, il fratello del 31enne in quanto trovato in possesso di 46 grammi di hashish. Per quanto attiene al locale in questione, lo stesso è stato stangato con una multa di 3.400 euro per mancanza di alcoltest e varie carenze igienico-sanitarie.

I carabinieri di Castelfranco Veneto, invece, hanno denunciato in stato di libertà per detenzione di stupefacenti M.J., 20enne studente di Bassano del Grappa, il quale è stato prima controllato a bordo di una moto in via Della Cerva e poi è stato sottoposto a perquisizione anche presso il suo domicilio di Bassano dove sono stati trovati 12 grammi di marijuana e 3 grammi di hashish, tutti poi sequestrati.

Infine, stangato anche un locale dell'hinterland di Treviso per carenze igenico-sanitarie (1.000 euro) e per aver fatto lavorare una persona in maniera irregolare (2.400 euro). Nella struttura è stato poi controllato un uomo di origine brasiliana trovato in possesso di 0,2 grammi di marijuana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Legato in un bosco e picchiato per vendetta: nei guai anche un'influencer trevigiana

  • Incidente in motorino, Roberto Artuso muore dissanguato in Congo

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Tumore incurabile, papà Fabio muore in pochi mesi a 51 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento