Ramadan: controlli della Polizia contro atti di xenofobia

Si avvicina l'inizio del Ramadan e nella Marca si alza il livello di attenzione delle Forze dell'ordine, per prevenire atti xenofobi verso i luoghi di culto islamici

Tutto è pronto nella Marca trevigiana per l'inizio del Ramadan, il mese di preghiera dei discepoli di Allah, che si durerà da venerdì 20 luglio per un mese, fino al 19 agosto.

Sono oltre 60mila i musulmani che vivono stabilmente in provincia di Treviso. Per le preghiere si distribuiranno tra i venti centri islamici presenti, che negli ultimi 12 mesi sono cresciuti di quattro unità.

E anche la polizia trevigiana vigilerà sui luoghi di culto per sorvegliare possibili bersagli di iniziative xenofobe e garantire che tutto avvenga correttamente.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • @ roberto: sarà lo scopo di alcuni, non certo di tutti. così come non tutti i preti CRISTIANI sono pedofili

  • Avatar anonimo di roberto
    roberto

    loro bruciano le nostre chiese,si fanno saltare in aria colpendo innocenti,questo è il loro scopo

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Terribile schianto in A27, morto un 66enne in sella ad una Vespa

  • Cronaca

    Cade nel Monticano mentre sta potando le piante, salvato dai vigili del fuoco

  • Cronaca

    Furti all'ospedale Ca' Foncello di Treviso, tre arrestati dalla polizia

  • Cronaca

    Furto nella notte alla Cava Biasuzzi: scomparsi quattro camion. Bottino da 200mila euro

I più letti della settimana

  • Resana: ragazza investita da un treno sulla linea ferroviaria Trento-Venezia

  • E' una 15enne di Asolo la nuova miss Grand Prix Fitness

  • Montebelluna: folle inseguimento nel pomeriggio, i carabinieri arrestano un ladro d'auto

  • Supermercato assaltato da due rapinatori armati di pistola e coltello

  • Al via i lavori lungo la tangenziale di Treviso, cantieri dalle 8 alle 17

  • Roncade: uomo folgorato in casa, i soccorritori gli salvano la vita

Torna su
TrevisoToday è in caricamento