Ramadan: controlli della Polizia contro atti di xenofobia

Si avvicina l'inizio del Ramadan e nella Marca si alza il livello di attenzione delle Forze dell'ordine, per prevenire atti xenofobi verso i luoghi di culto islamici

Tutto è pronto nella Marca trevigiana per l'inizio del Ramadan, il mese di preghiera dei discepoli di Allah, che si durerà da venerdì 20 luglio per un mese, fino al 19 agosto.

Sono oltre 60mila i musulmani che vivono stabilmente in provincia di Treviso. Per le preghiere si distribuiranno tra i venti centri islamici presenti, che negli ultimi 12 mesi sono cresciuti di quattro unità.

E anche la polizia trevigiana vigilerà sui luoghi di culto per sorvegliare possibili bersagli di iniziative xenofobe e garantire che tutto avvenga correttamente.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • @ roberto: sarà lo scopo di alcuni, non certo di tutti. così come non tutti i preti CRISTIANI sono pedofili

  • Avatar anonimo di roberto
    roberto

    loro bruciano le nostre chiese,si fanno saltare in aria colpendo innocenti,questo è il loro scopo

Notizie di oggi

  • Video

    Un cantiere da 600 giorni per Santa Bona Vecchia: via più larga e tombinata

  • Cronaca

    Attività antisindacale: la Cisl denuncia Contarina

  • Cronaca

    Contarina contrattacca: "Problemi mai emersi e nessuna comunicazione di agitazione"

  • Cronaca

    Decine di lavoratori in nero al ristorante: maxi-multa da 250 mila euro

I più letti della settimana

  • Legato al letto e sodomizzato con un palo di ferro: 15enne vittima del "branco"

  • Si schianta con la moto contro un carro-attrezzi, muore un 18enne

  • Tumore fulminante al cervello: Zero Branco piange il 49enne Marco Furlan

  • Schianto tra due auto a Colfrancui, mezzo si incendia: tre feriti

  • Suicida a 13 anni atleta del Mogliano rugby, società in lutto

  • Perde il controllo dell'auto e finisce fuori strada: automobilista ricoverato in ospedale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento