La scuola dei talenti organizza un ciclo d'incontri sui diversi approcci educativi

La Scuola Internazionale dei Talenti promuove un ciclo di incontri dedicati ai diversi approcci educativo-pedagogici per gli studenti. Primo appuntamento il 16 aprile a Olmi

OLMI L’approccio educativo elaborato dal filosofo ed esoterista Rudolf Steiner è uno dei 3 metodi storici oggi più diffusi. Il metodo Steiner punta ad esaltare lo stimolo del bambino alla gioia di apprendere e alla propria individualità, in termini di affinamento dei sensi, elaborazione del pensiero e sviluppo della creatività ed espressività. Il percorso pedagogico che caratterizza il Metodo Steiner e la sua scuola, conosciuta come scuola Waldorf, pone l’accento sulla visione dell’uomo, sulle sue fasi di crescita e sul suo rapporto con il cosmo. Il metodo IST International School of Talent è caratterizzato dal forte accento educativo posto sullo sviluppo del talento del bambino all’interno di un contesto accademico internazionale: i bambini vengono accompagnati in un percorso di scoperta e sviluppo del proprio talento individuale, fondato sull’osservazione, la ricerca e l’accrescimento delle proprie attitudini individuali, fin dalla tenera età.

Il metodo ideato dal Prof. Giordano Casonato, direttore di GSO Gentium Schola Opitergium, è già adottato nel percorso della scuola superiore attivato nel 2017 ad Oderzo, all’interno del Collegio Brandolini Rota, ma un gruppo di ricerca  sta studiando l’applicazione fin dalla tenera età. “In GSO crediamo che sia molto importante far conoscere ad ogni genitore i diversi approcci tra cui ha la possibilità di scegliere. – commenta Casonato – Ogni modello ha le sue caratteristiche ed è profondamente diverso rispetto agli altri. Ecco perché abbiamo deciso di organizzare una serie di incontri in cui, aiutati da relatori esperti in materia, forniremo ai genitori informazioni su diversi approcci educativi”. Il ciclo di incontri prosegue sabato 12 maggio alle 10 con un confronto tra metodo IST International School of Talent e Reggio Children, Centro Internazionale per la difesa e la promozione dei diritti e delle potenzialità dei bambini e delle bambine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Cade dalla sedia della sua cameretta, bimbo di nove anni grave all'ospedale

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Sfreccia a 127 km/h con il suo bolide: il limite era 50 km/h

Torna su
TrevisoToday è in caricamento