Si sostituisce ad un connazionale per superare il test d'italiano, arrestato

L'episodio giovedì pomeriggio presso la scuola "Dante Alighieri" di Montebelluna. A finire nei guai un 36enne ghanese che deve rispondere di falsa attestazione a pubblico ufficiale sulla propria identità e truffa

L'intervento dei carabinieri

Nel tardo pomeriggio di ieri, giovedì, i carabinieri di Cornuda hanno arrestato, in flagranza di reato, un 36enne cittadino ghanese, incensurato, regolarmente residente a Castelfranco Veneto, per falsa attestazione a pubblico ufficiale sulla propria identità, denunciandolo contestualmente per truffa. Verso le ore 18 è pervenuta una richiesta d’intervento alla centrale operativa del 112, da parte del responsabile di una commissione nominata dal Ministero dell’Istruzione, in quel momento riunita presso la scuola “Dante Alighieri” di Montebelluna per gli esami di verifica del grado di conoscenza della lingua italiana, da parte di stranieri interessati al conseguimento del permesso di soggiorno a lungo periodo.

Sostanzialmente i membri della commissione, che in quel frangente rivestivano la qualifica di Pubblico Ufficiale, avevano riscontrato che il soggetto in questione stava sostenendo l’esame al posto di un suo connazionale, dopo essersi fatto identificare con dei documenti riconducibili a quest’ultimo.

L’intervento dei militari della stazione di Cornuda ha consentito di identificare compiutamente il 36enne che quindi è stato tratto in arresto e trattenuto a disposizione del sostituto procuratore della Repubblica di Treviso, dottoressa Andreatta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da tre giorni: Giorgia ritrovata a Napoli nella notte

  • Da oltre 24 ore non si hanno più notizie di Giorgia: mobilitati i social per ritrovarla

  • Tragico schianto fuori strada, muore automobilista

  • Questa sciatica mi uccide!

  • Abusi sessuali in seminario: «Io, violentato da due preti che ancora esercitano in Veneto»

  • Pancia gonfia? Ecco alcuni alimenti che la causano e opzioni sostitutive

Torna su
TrevisoToday è in caricamento