Coronavirus, l'annuncio di Zaia: «Non ritiro l'ordinanza regionale firmata ieri»

«Il ministro Speranza ha firmato un'ordinanza con misure tendenzialmente in linea con le nostre, quindi restano in vigore le misure stabilite dalla nostra ordinanza regionale. Confermo anche la chiusura di negozi alimentari e supermercati per domani»

«Ai complottisti suggererei di tacere di fronte a tutti questi morti. Le proiezioni che abbiamo sono preoccupanti, chiediamo ai cittadini di darci una mano. È fondamentale che tutti diamo una mano per uscirne con le ossa meno rotte possibile. Per me avere già 146 morti è un insuccesso. Molti invocano chiusure totali, ma in attesa di quella, e la mia speranza è che il Governo lo faccia, è fondamentale che noi ci diamo delle regole come stiamo facendo. Ieri sera il ministro Speranza ha firmato un'ordinanza che va a regolamentare le attività all'aria aperta, e sono tendenzialmente in linea con le nostre quindi non ritiro l'ordinanza firmata ieri. Le regole date sono dei sacrifici, lo so, ma la salute è un patrimonio di tutti quindi restano in vigore le misure stabilite dalla nostra ordinanza regionale di venerdì 20 aprile. Confermo anche la chiusura di negozi alimentari e supermercati per domani, domenica 22 marzo. Oggi ringrazio le famiglie di Franco ed Enrico Zoppas, che grazie alla loro donazione di un milione di euro ci consentono di comprare 15 postazioni per la terapia intensiva completamene attrezzate. Il Tocilizumab? Questo farmaco sta dando risultati incoraggianti, ma non è l'unico che stiamo testando»: queste le dichiarazioni rilasciate da Luca Zaia nel corso del consueto punto stampa sabato mattina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • Supermercato troppo affollato, scatta la chiusura per cinque giorni

  • Coronavirus, scomparso storico commerciante di ricambi d'auto

  • Coronavirus: ancora in aumento il numero dei contagi nella Marca

  • Coronavirus, addio al maestro di sci Silvio Baratto

  • Male incurabile, commercialista e padre di due figli muore a 50 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento