L'autobus tira dritto alla fermata: studentessa scaricata a tre chilometri da casa

Spiacevole episodio nel giorno della Festa della donna. Una ragazzina di soli 16 anni è stata scaricata a tre chilometri dalla fermata che aveva richiesto all'autista. La spiegazione di Mom

QUINTO DI TREVISO Non dev'essere stata una Festa della donna particolarmente piacevole per una studentessa di soli 16 anni che, tornando a casa da scuola nel primo pomeriggio dell'8 marzo, è stata scaricata dalla corriera a tre chilometri di distanza dalla fermata più vicina a casa sua.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'episodio, raccontato sulle pagine de "La Tribuna di Treviso"; è avvenuto poco dopo le ore 13 sulla linea 101 che percorre buona parte della Noalese. La ragazzina, dopo una lunga giornata di scuola, aveva premuto il pulsante per scendere alla fermata della "Moncia", a Quinto di Treviso. Peccato però che l'autista abbia tirato dritto e si sia fermato solo tre chilometri più avanti senza dare alla ragazza nessuna spiegazione e costringendola a farsi venire a prendere per fare ritorno a casa. Un episodio che ha fatto infuriare i genitori dell'adolescente che ora minacciano addirittura di denunciare Mom per l'accaduto. Dal canto suo l'azienda di trasporti trevigiana si è difesa sostenendo che quella fermata non è più attiva da mesi. La sola corsa delle ore 13 della linea 101, sostengono i vertici Mom, ferma da alcuni mesi direttamente in centro a Quinto, saltando tutte le fermate precedenti. In stazione delle corriere un cartello dovrebbe segnalare la variazione del percorso di quella corriera ma, o la studentessa non l'ha visto, oppure qualcuno ha fatto sparire l'indicazione dando vita a un episodio a dir poco spiacevole sia per la ragazzina che per l'azienda di trasporti trevigiana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento