Gino Lucchetta: «Basta fesserie sui costi del Palasport»

Così Gino Lucchetta, assessore comunale alle opere pubbliche, sul fronte delle estenuanti polemiche sulla struttura di Pieve di Soligo

Gino Lucchetta (fonte web)

PIEVE DI SOLIGO - «Ora basta, davvero. Ho letto autentiche fesserie sui costi del Palasport: bugie dette al solo fine di trarre in inganno i Pievigini per proprio tornaconto partitico». Così Gino Lucchetta, assessore comunale alle opere pubbliche, sul fronte delle estenuanti polemiche sulla struttura.

«Sparare numeri a caso sui costi di realizzazione dell'opera, fingere di non capire come funziona un pianofinanziario, manipolare le informazioni a proprio tornaconto elettorale è quanto di più scorretto si possa fare – ha continuato l’esponente della Giunta comunale - . I cittadini di Pieve di Soligo, però, non sono stupidi: chi continua a raccontare certe bugie si deve prendere le proprie responsabilità, anche dal punto di vista legale».

Per l'assessore Lucchetta, «c'è chi vuole far perdere al paese un'opera attesa da oltre trent'anni e al solo fine di farsi eleggere. Ci siamo impegnati duramente e in silenzio per raggiungere un obiettivo e lo abbiamo conquistato: chi ora persevera con illazioni e proposte senza capo né coda lo fa con il chiaro intento di gettare fumo negli occhi alla gente. Noi chiacchieriamo meno e lavoriamo di più, ma non possiamo restare zitti quando coloro che criticano spacciano per vere delle notiziecompletamente fasulle».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento