Crollo al Palafiere di Riva del Garda, feriti due trevigiani

Tra le dieci persone ferite nel crollo al Palafiere di Riva del Garda, lunedì, ci sono anche due operai travigiani: Giuseppe Marcon di San Zenone degli Ezzelini e Tica Mocanu di Altivole

Una decina di persone sono rimaste ferite, lunedì mattina, in un crollo al palafiere di Riva del Garda (TN). Tra questi due operai della provincia di Treviso.

Intorno alle 8.30 il solaio dove stava lavorando il gruppo ha ceduto e il pavimento, una superficie di 30 metri quadrati nel capannone C, è crollato sotto il peso, facendo compiere ai lavoratori un volo di 5 metri.

Tra i dieci feriti, solo uno è grave, un trentenne di Noale di una ditta di Trebaseleghe (VE) specializzata in pavimenti industriali. ricoverato all'ospedale Santa Chiara di Trento con un trauma facciale.

E' andata meglio ai due trevigiani, Giuseppe Marcon, 48 anni di San Zenone degli Ezzelini, e Tica Mocanu, 44enne di origini romene residente ad Altivole, anche loro dipendenti di una ditta di Trebaseleghe, che come gli altri colleghi hanno rimediato fratture e lussazioni.

Sull'incidente la procura della Repubblica di Rovereto ha aperto un’indagine, disponendo i sigilli al cantiere, dove erano in corso i lavori di ampliamento in vista dell'Expo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto contro un camion, dichiarata la morte cerebrale del 17enne

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Ucciso in un mese da una malattia incurabile, papà di due figli muore a 47 anni

  • La ghiacciaia: il bistrot realizzato in un bunker della Grande Guerra

  • Esplode una granata nel garage di casa, 19enne trasportato in ospedale

  • Tumore incurabile, odontoiatra perde la vita a soli 55 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento