Dimissioni alla MOM: il cda ha rimesso il mandato nelle mani dell'assemblea dei soci

Il presidente Sartor: "Il rinnovamento istituzionale della Provincia di Treviso ci impone un passo indietro affinché i nuovi amministratori abbiano la massima facoltà di manovra"

TREVISO Nella sede centrale dell’azienda Mobilità di Marca in via Polveriera 1 in Treviso, i membri del Consiglio di Amministrazione di MoM hanno rassegnato le proprie dimissioni rimettendo il proprio mandato nelle mani dell’assemblea dei soci che ora dovrà essere convocata per le nuove nomine.

Si è trattato di una scelta condivisa da parte del presidente Giulio Sartor e dei colleghi, i consiglieri Marina Cavedal e Mauro Vagaggini. “Nonostante la scadenza naturale del nostro mandato sia prevista nel 2018, abbiamo ritenuto, di comune accordo come atto doveroso – spiega Giulio Sartor, presidente dimissionario - rimettere nelle mani dell’Assemblea il mandato conferitoci. Il recente profondo rinnovamento istituzionale della Provincia di Treviso, ente che detiene la maggioranza dell’azienda Mobilità di Marca, ci impone infatti un passo indietro affinché i nuovi amministratori abbiano la massima facoltà di manovra in merito alle politiche di indirizzo dell’azienda partecipata.

In quanto Presidente, voglio cogliere questa occasione per ringraziare anzitutto l’Assemblea dei soci per la fiducia rinnovatami e in secondo luogo le maestranze tutte che insieme, in questi anni, hanno affrontato e vinto grandi sfide di rinnovamento del trasporto pubblico nella Marca: dalla fusione al biglietto unico, dalla nuova direzione agli importanti investimenti. Tanti obiettivi restano davanti a noi, ma siamo certi che la rinnovata Assemblea dei soci saprà indirizzare il nuovo CdA nel modo migliore”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Parole di apprezzamento ha espresso il Presidente della Provincia, Stefano Marcon: Trattandosi di un atto non dovuto e tutt’altro che scontato, non si può che ringraziare il CdA tutto per il lavoro svolto fino oggi e perché che ha dimostrato con queste dimissioni la lealtà verso il mandato conferito. Come socio di maggioranza di MoM, nonché come Presidente dell’Ente di Secondo Livello, espressione dei Comuni della Provincia di Treviso, posso assicurare che sarà costante il nostro impegno affinché questa azienda si dimostri al costante servizio del territorio e dei suoi clienti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento