Debutta con la pioggia l'Home Festival: in 11mila la prima sera

In una serata caratterizzata dal brutto tempo a risplendere è la star del giorno: il noto musicista Marky Ramone accompagnato da Dj Ringo

Da sinistra a destra: Marky Ramone, Amedeo Lombardii, Dj Ringo e un componente dei Wardogs

TREVISO - Il cielo ha graziato il popolo dell’Home, giovedì sera. Qualche goccia di pioggia, ma nulla in confronto al calore degli artisti, dei fan e dei curiosi: la prima notte si è conclusa con un ottimo risultato al botteghino, 11mila biglietti venduti. Le persone presenti però erano molte di più, perché dentro ad Home Festival c’è il popolo degli accreditati, quelli che sono vicini agli organizzatori e dei giornalisti/fotografi. Gli staff degli artisti presenti sono infatti composti da centinaia di persone, gli sponsor hanno portato i loro amici, ci sono poi i“guest”, trai quali i residenti in zona che sono altre centinaia. Infine, tra lavoratori, volontari e membri del cerchio magico attorno agli organizzatori, spuntano altre persone.

Della prima notte di HF vanno ricordate alcune immagini. La prima è dedicata all’area: completamente ristrutturata e rinnovata, con l’ingresso modificato e resa divertente dallo speciale parco giochi con le enormi giostre che attireranno le famiglie nel fine settimana. La seconda è quella dell’arrivo di Marky Ramones, scortato in conferenza stampa da Dj Ringo e Andrea Rock per presentare la Ramones Celebration, il più importante momento a livello europeo di questo genere per il 2014. “Eventi di questo genere aiutano la socializzazione tra le persone, Treviso è fortunata”. La terza è quella di Morgan, sul palco coi suoi Bluvertigo di fronte ai fan impazziti che cantavano le sue storiche hit a squarciagola. La quarta foto è quella dei residenti nella zona della Dogana. In questi giorni un delegato dell’Hf ha suonato ad oltre cento campanelli, consegnando loro una lettera a firma di Amedeo Lombardi, l’organizzatore, che ha chiesto a tutti di sopportare e di supportare Hf. “Quelli arrabbiati si contavano sulle dita di una mano, ma si sono tutti accreditati per venire al festival e hanno il nostro numero di telefono in caso di problemi”, spiega il delegato ai rapporti col vicinato, una figura innovativa nel panorama dei live.

Venerdì si ricomincia e c'è grande attesa per gli Afterhours, ovviamente. Ma per la musica il 5 settembre sarà ricordato per qualcosa di importate e unico, qualcosa che capita solo all’Home: Pierò Pelù duetterà in un paio di canzoni con Marky Ramones. “Era nervoso, è giorni che mi scrive e che chiede di questo momento”,rivela il suo amico Ringo. “Sarà indimenticabile per tutti”. Per i fans dei Ramones, peraltro, nei giorni dell’Hf sarà possibile comperare e farsi autografare nello spazio del bookshop della libreria Costeniero il libro di Monte A. Melnick, storico tour manager dei Ramones, che presenterà la traduzione italiana del suo libro “Sulla strada con i Ramones”, titolo originale “On the road with the Ramones”, unica e più completa testimonianza del mondo Ramones.“Sulla strada con i Ramones” è un progetto che è stato fortemente voluto dall’Home Festival, che ne ha acquistato i diritti e l’ha fatto tradurre in italiano da Ruggero Roger Ramone, per donare ai fan italiani questo fantastico libro che racconta un importante capitolo della storia del rock.

La giornata però è stata caratterizzata anche dalla presenza dei Rumatera (di ritorno dopo l'anno scorso sia all'Home Festival che alllo Sziget di Budapest) che hanno confermato come il loro progetto di cantare in dialetto veneto sia molto apprezzato all'estero, a differenza di quanto succeda in Italia e che hanno intenzione di esportare oltre confine il progetto "La Grande V" per artisti indipendenti. Da ricordare inoltre la presenza giovedì di una storica figura per lo Sziget Festival, il noto ex musicista Giulio d'Angelo, vera anima organizzativa per l'evento (oltre che" mecenate" temporaneo dell'artista Michelangelo Pistoletto che esporrà proprio al Festival) e anche la figura del responsabile dell' "Elvis Day" che tornerà a Treviso finalmente nel 2015 dopo qualche anno di attesa. Infine una notizia per tutti gli amanti dei fumetti: anche quest'anno è stata rinnovata la partnership con Treviso Comic Book Festival!

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • Supermercato troppo affollato, scatta la chiusura per cinque giorni

  • Coronavirus, scomparso storico commerciante di ricambi d'auto

  • Coronavirus nella Marca: ecco la mappa del contagio comune per comune

  • Coronavirus: ancora in aumento il numero dei contagi nella Marca

  • Coronavirus: sette morti nella Marca, cinquanta in terapia intensiva

Torna su
TrevisoToday è in caricamento