Prima pagati, poi scomparsi e denunciati: truffa sull'asse Padova-Venezia-Treviso

Denunciati per sostituzione di persona, truffa e riciclaggio un 56enne di Treviso e un 26enne ghanese residente a Venezia

Sostituzione di persona, truffa e riciclaggio: tripla denuncia da parte dei carabinieri di Campodarsego (PD) nei confronti di M.A., 26enne ghanese residente a Venezia, e M.B., 56enne di Treviso.

I fatti

Tutto ha inizio nel novembre del 2018 quando i due si mostrano interessati all’acquisto di un banco frigo messo in vendita sul sito “Kijiji.it” da un 58enne di Campodarsego. Ed è in quel momento che scatta la truffa: utilizzando un'utenza telefonica di una persona estranea ai fatti, i due uomini sono riusciti ad ingannare il padovano riuscendo a farsi accreditare 400 euro su una carta PostePay rendendosi immediatamente irreperibili. Si è poi scoperto che parte della somma è stata prelevata mentre la restante è stata trasferita su un'altra tessera PostePay.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Diabete e retinopatia, il prof. Bandello: "Siamo all'avanguardia, ma ancora pochi screening"

  • Attacco cardiaco porta via alla vita Maria Fernanda, giovane mamma 31enne

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

  • Lanciamissili abbandonato in un fossato, giallo a Ponzano Veneto

  • Tragedia in A28, indagata per omicidio stradale anche la figlia della vittima

Torna su
TrevisoToday è in caricamento