Un investigatore per spiare la ex moglie, a processo per stalking

Un 45enne di Quinto di Treviso ha incaricato un investigatore privato di fotografare la ex con il nuovo fidanzato, si è ritrovato davanti al giudice

Voleva far spiare la ex compagna, per questo ha contattato un investigatore privato, ma ora si ritrova a processo con l’accusa di stalking. Protagonista della vicenda un 40enne residente a Quinto di Treviso accusato dalla ex moglie di averle reso la vita un inferno.

La storia, tra i due, era terminata nel lontano 2008 quando la donna aveva scoperto una relazione extraconiugale del marito. Ma lui non c’è stato al divorzio. Ha cominciato a pedinarla e a chiamarla ripetutamente al telefono, convinto che anche lei avesse un amante. E proprio per questo ha incaricato un investigatore di scoprirlo, ma la donna se ne è accorta e lui è finito davanti al giudice. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è la prima vittima a Treviso: è una donna di 75 anni

  • Lascia un biglietto d'addio poi si toglie la vita a soli 39 anni

  • Malore fatale al lavoro: padre di due bambini muore a 31 anni

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

  • Operaio con febbre alta: «Ero a Vo'». Dipendenti tutti a casa alla "Breton"

  • Coronavirus a Treviso, 12 persone positive al tampone: scatta l'isolamento

Torna su
TrevisoToday è in caricamento