La prima traduzione dal francese all’italiano della Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo

Si potrà consultare nella Biblioteca Comunale di Borgo Cavour. A donarla Lando Arbizzani, console per la provincia di Treviso della Federazione dei Maestri del Lavoro

TREVISO La prima traduzione dal francese all’italiano della Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo si potrà consultare nella Biblioteca Comunale di Borgo Cavour. A donarla nel pomeriggio di oggi al sindaco di Treviso Giovanni Manildo, alla presenza dell’assessore ai beni culturali Luciano Franchin e del direttore del settore Musei e Biblioteche Emilio Lippi, un cittadino del Comune di Treviso Lando Arbizzani, console per la provincia di Treviso della Federazione dei Maestri del Lavoro. Il testo della Dichiarazione è contenuto a pagina 43 del libro dal titolo “Storie dell’Anno 1789” a cura di Francesco Pitteri. Il volume è parte di una collana pubblicata a Venezia dal 1730 all’inizio del 1800. Sindaco e assessore hanno ringraziato Arbizzani per la donazione che "testimonia un grande senso civico e che arricchisce di un volume importante la nostra Biblioteca".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Dalla Rete

    Dramma a Casale, 85enne muore annegato in un pozzetto

  • Cronaca

    Ex risparmiatori all'angolo: "Il fondo potrebbe mettere la parola fine alle speranze"

  • Cronaca

    Mom, accordo raggiunto tra lavoratori e direzione: sciopero sospeso

  • Cronaca

    Minaccia e aggredisce i genitori: 43enne arrestato dai carabinieri

I più letti della settimana

  • Dramma sul Monte Grappa: ritrovato in un canale il corpo di un trentaduenne

  • Colpito da un malore durante l'aperitivo: paura all'Osteria da Nea

  • Tragedia all'ospedale di Conegliano: neonata muore dopo un parto d'urgenza

  • Tragedia all'alba sul Grappa: precipita in un burrone e muore

  • Blitz dei Nas in distilleria: sigilli a dodicimila litri di liquori

  • Musica a tutto volume e superalcolici, 17enne in coma etilico

Torna su
TrevisoToday è in caricamento