Tenta di ravvivare il fuoco della stufa con l'alcol: ustionata gravemente una 64enne

E' successo nella giornata di sabato a Moriago della Battaglia. Ferito anche il marito della donna, intervenuto per aiutarla. Entrambi sono ora ricoverati a Padova

Gravissime ustioni a viso e torace. Questa la diagnosi delle ferite riportate dalla 64enne S.E. di Moriago della Battaglia, rimasta ustionata nella tarda mattinata di sabato dopo aver provato a ravvivare il fuoco di una stufa a legna con una bottiglia di alcol etilico. Un gesto inconsulto che ha provocato un importante ritorno di fiamma che le ha immediatamente avvolto la parte superiore del corpo. La donna ha subito provato a spegnere con le mani le fiamme, ma è dovuto intervenire in suo soccorso il marito 73enne per evitare il peggio. L'uomo, nel tentativo di soccorrere la moglie, si è però a sua volta ustionato gravemente le mani, tanto che il figlio della coppia ha poco dopo caricato entrambi in auto per portarli all'ospedale più vicino. Il dolore provato dalla donna era però talmente alto che il figlio ha accostato l'auto poco distante da casa in attesa dell'arrivo del Suem 118 che ha poi trasportato entrambi i feriti al reparto Grandi Ustionati di Padova dove si trovano ora ricoverati, fortunatamente non in pericolo di vita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è la prima vittima a Treviso: è una donna di 75 anni

  • Lascia un biglietto d'addio poi si toglie la vita a soli 39 anni

  • Malore fatale al lavoro: padre di due bambini muore a 31 anni

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

  • Operaio con febbre alta: «Ero a Vo'». Dipendenti tutti a casa alla "Breton"

  • Coronavirus a Treviso, 12 persone positive al tampone: scatta l'isolamento

Torna su
TrevisoToday è in caricamento