Un robot che vola sopra i campi H-Farm e l'esperimento di Ca' Tron

Un progetto di sviluppo agricolo attraverso tecniche digitali e robotiche. E' il piano quinquennale dell'incubatore con la Cattolica

TREVISO - Un robot volante per monitorare le coltivazioni. Fa parte dell'innovativo progetto quinquennale che vede la collaborazione tra l'azienda H-Farm Ventures e la Cattolica assicurazioni e che si pone come obiettivo, entro il 2020, l'ideazione di tecnologie digitali e di robotica da impiegare nello sviluppo agricolo. Farà da tester, come riporta la Tribuna di Treviso, la tenuta di Ca' Tron a Roncade, acquisita dalla compagnia assicurativa e sede dell'impresa. Il piano ha l'obiettivo di reimpiegare i 44 casolari dismessi d'epoca fascista presenti sulla tenuta.

L'INCUBATORE - H-Farm è un incubatore, ovvero un'azienda che crea e sviluppa altre imprese innovative. Nei prossimi cinque anni, H-Farm punta ad accrescere notevolmente la propria presenza sul territorio, coltivando nuove realtà digitali improntate allo sviluppo tecnologico dell'agricoltura nel Veneto. Il progetto è stato reso pubblico durante un convegno tenutosi nei giorni scorsi proprio a Ca' Tron, e promosso da Cereal Docks. Presenti i presidenti di H-Farm, Paolo Bedoni e Riccardo Donadon, nonché alcuni parlamentari. 

IL PROGETTO E IL DRONE VOLANTE. L'obiettivo è ambizioso. Dell'intera tenuta, 1.050 ettari di territorio, e dei 44 casolari distribuiti sulla sua superficie, è stato innanzitutto necessario fare una volumetria degli spazi non recuperabili. Tali spazi convergeranno in due poli. Il primo, destinato alle tecnologie digitali, ospiterà al suo interno sale convegni e luoghi di accoglienza delle start up. Il secondo si focalizzerà invece sulllo sviluppo agricolo innovativo. Pare che il progetto abbia già all'attivo un primo successo, il drone realizzato dalla start up Elika. Si tratterebbe di un robot volante, che permetterebbe di fotografare e controllare l'andamento delle colture. Insomma, Ca' Tron diventerebbe una sorta di laboratorio sperimentale per studiare convergenze tra le nuove start up e l'agricoltura. Cattolica e H-Farm avrebbero inoltre l'intenzione di siglare un accordo con la Regione per dichiarare la tenuta "area competitiva". In questo modo, specialmente attraverso la semplificazione burocratica, il progetto richiamerebbe l'attenzione anche da parte di investitori esterni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è la prima vittima a Treviso: è una donna di 75 anni

  • Lascia un biglietto d'addio poi si toglie la vita a soli 39 anni

  • Malore fatale al lavoro: padre di due bambini muore a 31 anni

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

  • Operaio con febbre alta: «Ero a Vo'». Dipendenti tutti a casa alla "Breton"

  • Coronavirus a Treviso, 12 persone positive al tampone: scatta l'isolamento

Torna su
TrevisoToday è in caricamento