Dubbi sulla morte di Elia Bavaresco: chiesta alla Procura una nuova autopsia

Il pm Giulio Caprarola ha ricevuto la relazione dell'ospedale di Oderzo, dov'è stato svolto l'esame autoptico: si teme che il decesso possa nascondere profili di reato

GORGO AL MONTICANO La drammatica scomparsa di Elia Bavaresco, il 24enne di Navolè trovato privo di vita nel suo letto dal padre domenica scorsa, finisce in Procura. Sul tavolo del pm Giulio Caprarola è infatti pervenuta la richiesta di effettuare una nuova autopsia dopo l'esame già svolto all'ospedale di Oderzo. Segno che c'è il sospetto che possano sussistere dei profili di reato riguardo al decesso, sulle cui cause al momento vige il massimo riserbo.

Il pm però deve ancora analizzare la relazione che gli è stata inviata dalla direzione sanitaria e i risultati dell'intergazione effettuata dall'anatomopatologo Alberto Furlanetto. Nel frattempo i funerali del 24enne, previsti per oggi, sono dunque stati bloccati e verranno celebrati domani. Inizialmente si ipotizzava che Elia fosse stato stroncato da un infarto nel sonno. Probabilmente si sta cerando di capire cosa possa averlo provocato, visto che il ragazzo stava bene e non aveva mai avuto problemi di cuore, oppure se le cause non siano state naturali.

Stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, il giovane che avrebbe compiuto 25 anni il prossimo 7 novembre aveva passato la serata di sabato in compagni di amici a una festa. Era rientrato a casa molto tardi. Domenica il giovane stava dormendo e i familiari non si erano preoccupati: non era la prima volta che Elia rientrava a tarda notte e capitava che passasse a letto l'intera mattinata.

Alle 16.30 il padre è andato a svegliarlo, ma Elia non dava segni di vita: era infatti già morto. Immediata è scattata la chiamata al Suem 118 e i sanitari hanno effettuato tutte le manovre di rianimazione, risultate purtroppo vane.   

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • Sorgenti del Piave, la commissione di esperti conferma: «Sono in Veneto»

  • Palazzetto da intitolare a Sara Anzanello: l'opposizione abbandona l'aula

I più letti della settimana

  • Preso a bastonate e soffocato con un cuscino: arrestate per omicidio

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Malore fatale nella notte, muore una 45enne

  • Malore fatale mentre fa jogging, stroncato da un infarto a 71 anni

  • Ferma la corriera e abbandona 55 bimbi in autogrill: «Vado a Jesolo»

  • Furgone si schianta contro un platano, due morti e un ferito grave

Torna su
TrevisoToday è in caricamento