E-mail truffa su avvisi di Equitalia: non effettuare i pagamenti richiesti

Equitalia ha avuto conferma dalla polizia postale che da tempo è in atto una campagna di phishing, tentativi di truffa informatica per entrare in possesso di informazioni riservate

TREVISO Continuano ad arrivare segnalazioni di messaggi di posta elettronica con mittente fatture@gruppoequitalia.it, equitalia@sanzioni.it, servizio@equitalia.it, noreply@equitalia.it, multe@equitalia.online o simili, contenenti presunti avvisi di pagamento di Equitalia e che invitano a scaricare file, a utilizzare link esterni o a effettuare pagamenti.

Equitalia ha avuto conferma dalla polizia postale che da tempo è in atto una campagna di phishing, cioè di tentativi di truffa informatica architettati per entrare illecitamente in possesso di informazioni riservate. Equitalia è assolutamente estranea all’invio di questi messaggi e ha già presentato querela contro ignoti, pertanto raccomanda nuovamente di non tenere conto della e-mail ricevuta, di eliminarla senza scaricare alcun allegato e di non effettuare i pagamenti richiesti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

Torna su
TrevisoToday è in caricamento