All’aeroporto Antonio Canova tornano i militari

Dal 4 gennaio il perimetro dello scalo tornerà a essere sorvegliato dagli uomini dell'esercito. Il Ministero della Difesa a messo a disposizione del "Canova" venti uomini

L’aeroporto “Antonio Canova” sarà nuovamente sorvegliato dall’esercito. In Questura è stato firmato il protocollo che prevede il ritorno dei militari lungo il perimetro dello scalo trevigiano.

Dopo i sei mesi di chiusura, dovuti ai lavori di messa in sicurezza dell’aeroporto, il Ministero della Difesa ha messo a disposizione venti uomini per i turni di guardia, che copriranno il perimetro dello scalo ventiquattro ore su ventiquattro. I soldati entreranno in servizio a partire da domani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento