Ricatta gli amici per scherzo e si becca una denucia per estorsione

Scherzo finito male per un commerciante di Conegliano. Venuto a conoscenze delle scappatelle degli amici, si finto estorsore e li ha ricattati. Ma i due, non riconoscendolo, lo hanno denunciato

Un'amicizia rotta e una denuncia per estorsione. Finisce male il rapporto tra ormai ex tre amici di Conegliano.

Due negozianti avevano raccontato ad un terzo amico la loro vita al di fuori del matrimonio, condendo il racconto con espisodi di incontri con amanti e prostitute varie. Il terzo ci ha pensato un po' e poi ha deciso di capitalizzare queste confidenze.

L'uomo, un commerciante di 60 anni, anch'egli di Conegliano, ha chiamato anonimamente i due, spacciandosi per romeno, al fine di estorcere loro denaro. Si parla di diecimila euro ciascuno in cambio del suo silenzio.

I due non hanno riconosciuto l'amico e hanno raccontato tutto al commissariato di Polizia di Conegliano, che ha fatto scattare le indagini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In breve tempo gli inquirenti sono arrivati al commerciante, che si è giustificato dicendo che era solo uno scherzo. Uno scherzo che gli è costato una denuncia per estorsione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grandine e temporali, la Marca nella morsa del maltempo

  • Folle lite a Cornuda, il proprietario di casa aveva ucciso la madre da giovane

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Travolta sulle strisce pedonali, anziana ricoverata in rianimazione

  • Legato e cosparso di benzina, folle lite in casa: indagano i carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento