Evade per recuperare la bici, ai Carabinieri scrive: "Faccio presto"

Agli arresti domiciliari per danneggiamento, un 67enne evade per andare a riprendersi la bici al supermercato. Ma lascia un messaggio ai Carabinieri: "Torno presto"

Il messaggio lasciato ai Carabinieri

“Faccio presto", scritto a mano su un foglio, appeso alla porta di casa, come in un qualsiasi negozio del centro. E sotto il numero di cellulare per essere contattato in caso di bisogno.

L'estensore del cartello non era infatti in casa, ma si assentava per un po', nello specifico dalle 24. Il messaggio però non era per i clienti, ma per i Carabinieri di Treviso che giornalmente lo vanno a controllare in quanto agli arresti domiciliari.

G. F, 67 anni, vicentino ma da anni residente nel quartiere San Paolo a Treviso, si trova infatti ai domiciliari per una condanna a otto mesi per danneggiamento, seguito da incendio. Il motivo dell'allontanamento era presto spiegato, sempre sul cartello: doveva andare a recuperare la sua bicicletta lasciata nel parcheggio di un supermercato vicino casa, incustodita.

L'uomo è stato poi rintracciato dai Carabinieri, intorno all'una e mezza di notte. Portato in carcere è stato riassegnato questa mattina ai domiciliari.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta contro un'auto mentre è in bicicletta: morto un ciclista 40enne

  • Il figlio muore per una malattia rara, padre si toglie la vita

  • Suicidio all'Hotel Treviso, 47enne trovato senza vita nella sua stanza

  • Virus incurabile, cantante trevigiana muore a 51 anni

  • Dispositivo anti telelaser in auto, maxi multa per un 32enne

  • Malattia incurabile, farmacista perde la vita a 57 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento