Ex imprenditore e operaio "cambiano vita" e si danno allo spaccio

Arrestati dai carabinieri un italiano 46enne di Cornuda ed un albanese 25enne, in auto avevano 200 grammi di cocaina. Entrambi erano incensurati

Ex imprenditore e il suo operaio, cambiano vita e si danno allo spaccio. Una trasferta oltre regione per acquistare la droga e poi smerciarla in provincia di Treviso, in particolare nel Montebellunese. Ma nel viaggio di ritorno sono stati fermati dai carabinieri, che hanno fatto scattare il blitz. I due sono così finiti in manette, lunedì pomeriggio mentre transitava a Nervesa. Si tratta di I. G., 46enne ex imprenditore edile di Cornuda e M. G., 25 anni albanese, suo dipendente fino a qualche mese fa. In auto avevano 200 grammi di cocaina e 20 ovuli occultati in una giacca. Entrambi sono incensurati e sono stati arrestati.

I due erano a bordo di una  Fiat Punto guidata dall'imprenditore e ai carabinieri hanno raccontato che erano stati in Friuli a cercare lavoro. A case del 46enne sono stati trovati anche  15 grammi di eroina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento