Fiera quattro passi, secondo atto: alla scoperta del mondo

Dopo il successo del primo fine settimana, con 35 mila visitatori, al via il secondo e ultimo weekend della IX edizione, dedicata al tema “Alla scoperta del nuovo mondo”.

Il primo dei due weekend della IX edizione della Fiera Quattro Passi, complici il sole e il caldo quasi estivo, si è registrato un successo senza precedenti, con 35 mila visitatori. E ora si punta al bis con il secondo fine settimana, sabato 31 maggio e domenica 1 giugno, ricco di proposte family friendly, approfondimenti, percorsi esperienziali. 

La fiera, organizzata dalla Cooperativa Pace e Sviluppo di Treviso (prima organizzazione di commercio equo e solidale in Veneto per attività, fatturato e numero di volontari e terza in Italia), con Altromercato, Contarina Spa, Coordinamento  provinciale delle Associazioni di Volontariato di Treviso, Novamont Spa e con il patrocinio e contributo di Provincia di Treviso, Regione Veneto e Comune di Treviso, al Parco Sant’Artemio di Treviso – sede della Provincia di Treviso -, quest’anno è declinata sul tema “Alla scoperta del nuovo mondo”.

I 300 volontari della Fiera, travestiti da moderni pirati, accoglieranno nuovamente il pubblico (invitato a raggiungere la manifestazione in bici, a piedi o con i mezzi pubblici) e lo guideranno alla scoperta degli espositori distribuiti in quattro aree all’interno del parco (90 il primo weekend e 90 il secondo, 180 in totale): Il veliero di 4Passi, Il porto delle buone idee, La giusta rotta (spazio dedicato a Pace e Sviluppo e Altro mercato con la proposta di prodotti alimentari e artigianali provenienti da progetti provenienti dal Sud del Mondo e di esperienze di economia sociale e carceraria, prodotti realizzati nelle terre confiscate alle mafie e proposte targate Solidale Italiano), La grotta del tesoro.

Tra gli eventi di punta, sabato 31 maggio alle 20,45 nell’Auditorium di Sant’Artemio andrà in scena lo spettacolo “Chiuso per sole”, realizzato dagli studenti dell’Istituto Duca degli Abruzzi di Treviso e organizzato dalla Cooperativa sociale Pace e Sviluppo nell’ambito del progetto regionale sui Diritti Umani “La mia città solidale”. La pièce si sviluppa attorno a Sarajevo, una città di grande attualità per due eventi antitetici: per essere la capitale europea della cultura nel 2014 e per essere ancora oggi sotto assedio, alla ricerca di nuovi equilibri (ingresso libero, disponibilità fino ad esaurimento posti). Domenica 1 giugno, invece, alle 10,30 sempre nell’Auditorium Energoclub di Treviso promuove il convegno “Rendi la tua casa eco-efficiente. Una dimora all’insegna di risparmio, sostenibilità e comfort, condivisione”.

Conquisterà grandi e bambini la grande mongolfiera (30 metri di diametro) che domenica riempirà con i propri colori il parco e che diventerà un meraviglioso teatro, il Ballon Theatre. In questo contenitore onirico, gli attori racconteranno storie liberamente tratte dai racconti di Italo Calvino e Gianni Rodari e Tonino Conte: racconti di uomini che avevano il coraggio di sognare e raccontare luoghi fantastici visibili ed invisibili, dove parole e suoni si intrecciano in un unico racconto.

E non è tutto, i bambini potranno costruire la propria mini mongolfiera partecipando al laboratorio di aerostatica all’aperto, un percorso didattico sull’aria e sulla meteorologia applicata al volo dei palloni aerostatici (entrambe le attività sono gratuite).

Per i più piccoli non mancheranno poi gli spazi gioco, come Ludobus e Ludo Roulotte, e un passaggio molto speciale, in sella ai “Mus navetta”, gli asinelli dell’Asineria del Giglio (Mestre) che accompagneranno i bambini per un breve tratto.

La fiera intesa come percorso espositivo si concluderà con domenica 1 giugno, tuttavia un altro evento sancirà il termine della IX edizione, lunedì 2 giugno alle 20,45 all’Auditorium Stefanini Amnesty International invita tutti i visitatori allo spettacolo teatrale “Ammazzateli tutti, pièce di teatro civile e di narrazione di Marco Cortesi e Mara Moschini.

L’ingresso alla fiera, aperta il sabato dalle 10,30 alle 22,00 e la domenica dalle 9,00 alle 19,00, è libero e gratuito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una folla per l'addio a Giulia, due famiglie unite nel dolore

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Magnesio: il segreto della vitalità

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

Torna su
TrevisoToday è in caricamento