Firme false nella lista di Giancarlo Gentilini: Mirco Lorenzon rinviato a giudizio

L'ex assessore provinciale alla Protezione Civile è accusato di aver autenticato alcune sottoscrizioni fasulle della lista “Treviso ci piace” in occasione delle amministrative 2013

TREVISO Il caso delle firme false a sostengo di Giancarlo Gentilini finirà in un'aula di tribunale. Il gup Umberto Donà ha infatti disposto il rinvio a giudizio di Mirco Lorenzon, ex assessore provinciale alla Protezione Civile, per l'accusa di aver autenticato alcune sottoscrizioni fasulle della lista “Treviso ci piace”. Lista a sostengo dello sceriffo alle amministrative del 2013 quando Gentilini si contendeva la poltrona di sindaco con Giovanni Manildo.

Il processo a carico di Lorenzon, che ha sempre respinto con forze le accuse sostenendo di aver autenticato soltanto le firme prese davanti ai suoi occhi e accusando incompetenza qualcuno che ha lavorato alla segreteria della Lega Nord, prenderà inizio il prossimo 7 settembre.

Le indagini della Procura di Treviso erano scaturite da una segnalazione partita dalla Prefettura e riguardano alcuni moduli riempiti con firme ricopiate e validate da un timbro e una sigla apparentemente vergata da Lorenzon, difeso dall'avvocato Sebastiano Tonon, ma che lui stesso disconosce. A quanto pare le firme a sostegno della lista dei giovani sarebbero state raccolte in più moduli: due in un foglio, tre in un altro, cinque in un altro ancora. Però, allegate alla lista poi depositate in tribunale, comparirebbero tutte in un unico modulo.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lascia un biglietto d'addio poi si toglie la vita a soli 39 anni

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

  • Scontro tra quattro auto lungo la Circonvallazione est, muore una 56enne

  • Tragico schianto fuori strada, muore automobilista

  • Questa sciatica mi uccide!

  • Malore fatale: il cuoco dell'osteria Al Baston muore a 59 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento