Ritrovato dai carabinieri prezioso dipinto rubato trent'anni fa a Follina

Si tratta di un olio su tela, di scuola fiamminga, raffigurante Ritratto di uomo, rubato nel 1988 a Follina da Castelletto Brandolinì, edificio storico risalente Seicento

Un dipinto del Settecento, rubato 30 anni fa da un palazzo storico nel trevigiano, è stato recuperato dai carabinieri della sezione Tutela patrimonio culturale (Tpc) di Siracusa con il supporto dei militari del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Messina e della Stazione Messina Giostra. Si tratta di un olio su tela, di scuola fiamminga, raffigurante Ritratto di uomo, rubato nel 1988 a Follina da Castelletto Brandolinì, edificio storico risalente al Seicento. L'indagine trae origine dagli abituali controlli che il comando Tutela patrimonio culturale effettua sui beni d'arte commercializzati attraverso i siti di e-commerce.  In particolare, l'attenzione dei militari si è focalizzata su un annuncio di vendita relativo a un dipinto di scuola fiamminga, la cui commercializzazione appariva sospetta. Infatti, la comparazione delle immagini pubblicate dall'inserzionista, con quelle contenute nella Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti, gestita dal Comando Tpc, ha permesso di accertare che l'opera era stata rubata 30 anni fa nella cittadina veneta. Denunciato dai militari un messinese di 42 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento