Uno sguardo di troppo, prende a pugni un 17enne e gli ruba lo smartphone

Lo sconcertante episodio è avvenuto nella notte tra il 13 ed il 14 settembre a Follina, in via Cal di mezzo. Il bandito, un operaio 19enne di Miane, è stato subito identificato e denunciato dai carabinieri di Col San Martino

Sul posto sono intervenuti i carabinieri

Uno sguardo di troppo, malevolo. Un atteggiamento che lui pensava fosse "di sfida". Tanto è bastato per spingere un operaio di 19 anni, F.B., di Miane, ad aggredire fisicamente un conoscente, uno studente di appena 17 anni, prendendolo a pugni e rapinandolo dello smartphone, del valore di circa 400 euro. L'episodio è avvenuto nella notte tra venerdì e sabato scorso, a Follina, in via Cal di mezzo. Dopo l'aggressione il bandito è fuggito a bordo della sua auto ed è stato rintracciato poco dopo dai carabinieri della stazione di Col San Martino che sono stati allertati dalla vittima e si sono subito messi sulle tracce del responsabile dell'agguato. Per il 19enne è scattata una denuncia per il reato di rapina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

Torna su
TrevisoToday è in caricamento