Un gruppo di ragazzi affetti da autismo e il loro San Valentino sul ghiaccio a Feltre

Mario Paganessi della Fondazione Oltre il Labirinto:"Per una volta è stata una società normotipica ad avvicinarci ed è stato incredibile per noi vedere l'entusiasmo di questi sportivi e la loro naturalezza nell'approcciarsi con i nostri figli che erano felici"

TREVISO E’ stato un San Valentino speciale quello vissuto domenica dai ragazzi dell’Ice angels e Pattinaggio Artistico Feltre e dell’Hockey Club Feltre “serie B” che per una mattina hanno fatto scoprire la bellezza di pattinare sul ghiaccio ad un gruppo di bambini e ragazzi affetti da autismo. Un’iniziativa nata da un’idea di Rosamaria Gugliotta, istruttrice di pattinaggio, e Marco Varisco,maestro vetraio e artista oltre che presidente di XI di Marca, che hanno trovato l’immediata collaborazione della Fondazione Oltre il Labirinto, dell’assessore Giovanni Pelosio del Comune di Feltre, del dottor Modolo dell’Ulss e di Silvano Turrin e Ruggero Casagrande per la cooperativa Feltreghiaccio.

Due ore spensierate sul ghiaccio del “Drio Le Rive”, in una dimensione temporaneamente lontana dai problemi e dalle difficoltà che le famiglie di questi ragazzi speciali devono affrontare quotidianamente. Due ore di risate e scoperta di uno sport nuovo grazie alla disponibilità e simpatia delle ragazze della società Ice Angels e dalla squadra di serie B dell’Hockey club Feltre che hanno prestato le loro stecche ai bambini e improvvisato giochi con loro, cogliendo sorrisi e un entusiasmo insperati. Sui pattini anche la 11 volte campionessa del mondo Silvia Marangoni alla sua prima esperienza sulle lame anziché sulle rotelle.

“Abbiamo messo tutto il nostro impegno e il nostro amore per trasmettere loro la nostra passione, ma ciò che abbiamo potuto dare a loro non è nulla rispetto a ciò che loro hanno dato a noi, tanta soddisfazione e felicità” hanno commentato gli hockeysti. “E’ la prima volta che qualcuno ci propone un’attività per i nostri ragazzi – spiega Mario Paganessi della Fondazione Oltre il Labirinto – Per una volta è stata una società normotipica  ad avvicinarci ed è stato incredibile per noi vedere l’entusiasmo di questi sportivi e la loro naturalezza nell’approcciarsi con i nostri figli che erano felici. E’ stato bellissimo oltre che divertente, ore di sollievo per le famiglie, momenti importanti. A tutti il nostro grazie, speriamo di ripetere questa esperienza”.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grandine e temporali, la Marca nella morsa del maltempo

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Folle lite a Cornuda, il proprietario di casa aveva ucciso la madre da giovane

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

Torna su
TrevisoToday è in caricamento