#fotografalimpostore: per smascherare i furbetti del park disabili

L'iniziativa, partita tra le province di Treviso e Belluno, consiste nel fotografare le auto in sosta dove non devono prive di contrassegno

TREVISO — Un hashtag per smascherare i furbetti del park disabili. È l’idea lanciata da un gruppo di persone tra le province di Treviso e Belluno, ma che già sta prendendo piene anche in altre città del Veneto, che ha l’obiettivo di individuare e “catturare” con l’obiettivo gli automobilisti che parcheggiano sullo stallo disabili nonostante siano sprovvisti di pass.

L’iniziativa – come l’hashtag – si chiama “Fotografa l’impostore”. Ed è tutto molto semplice. Basterà, dopo aver notato un’auto in sosta priva di contrassegno, fotografarla e caricarla su Facebook o Twitter con l’hashtag #fotografalimpostore. Questo metodo permetterà a chi di dovere di prendere provvedimenti. Le segnalazioni possono essere inviate anche a diversi indirizzi email di chi ha lanciato l’iniziativa. Per i trevigiani, l’indirizzo da tenere a mente sarà massimo.vettoretti@gmail.com.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è la prima vittima a Treviso: è una donna di 75 anni

  • Lascia un biglietto d'addio poi si toglie la vita a soli 39 anni

  • Malore fatale al lavoro: padre di due bambini muore a 31 anni

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

  • Operaio con febbre alta: «Ero a Vo'». Dipendenti tutti a casa alla "Breton"

  • Coronavirus a Treviso, 12 persone positive al tampone: scatta l'isolamento

Torna su
TrevisoToday è in caricamento