Fuga di monossido in camera da letto: mamma e figlia intossicate

L'incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio di martedì 12 febbraio in un'abitazione vicino alla stazione di Spresiano. Le due donne sono state ricoverate all'ospedale Ca' Foncello

Nausea, vertigini e un forte mal di testa. Questi i sintomi, tipici di un'intossicazione da monossido, che hanno colpito le donne di una famiglia trevigiana nel tardo pomeriggio di martedì 12 febbraio.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso" erano da poco passate le 18 quando, in un'abitazione di via De Lazzaris a Spresiano (a poca distanza dalla stazione dei treni), una fuga di monossido ha costretto al ricovero in ospedale mamma e figlia. La donna e la ragazzina, entrambe influenzate, sono state salvate dal rientro dei loro familiari che, capendo al volo la gravità della situazione, hanno provveduto a chiamare sul posto i soccorsi dopo aver subito spalancato tutte le finestre. Pochi minuti più tardi in via De Lazzaris sono arrivati i vigili del fuoco e un'ambulanza del Suem 118 che ha trasportato all'ospedale di Treviso le due donne. L'intervento dei pompieri ha invece messo in luce come la probabile fuga di gas sia partita da una delle camere da letto rischiando di mettere in serio pericolo la vita delle due donne. Ancora ricoverate in ospedale, le loro condizioni non desterebbero preoccupazioni anche se il personale medico potrebbe decidere di sottoporle per precauzione ad una terapia a base di ossigeno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento