Rubano un barchino per navigare lungo il Sile: denunciati

Due ventenni trevigiani sono finiti nei guai per aver rubato una piccola imbarcazione dal porto di Silea, giovedì 7 maggio. Inseguiti dal proprietario sono stati denunciati

Il porticciolo di Silea (Immagine d'archivio)

Il bel tempo dei giorni scorsi ha spinto due giovani ventenni residenti in provincia di Treviso a rubare un barchino ormeggiato nel porticciolo di Silea per navigare il fiume fino a Casale sul Sile. Le cose però non sono andate secondo i loro piani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso" infatti, la vicenda ha avuto inizio giovedì 7 maggio quando i due ragazzi, arrivati all'Alzaia del Sile, decidono di rubare una delle imbarcazioni ormeggiate lungo il fiume a Silea. Dopo aver scardinato il lucchetto con cui la piccola barca era tenuta a riva, i due giovani hanno iniziato a navigare in direzione Casale sul Sile. Quando ormai pensavano di averla fatta franca però, sono stati scoperti proprio dal proprietario del barchino, intento a camminare proprio lungo la riva del fiume. Riconoscendo subito la sua imbarcazione, l'uomo ha iniziato a inseguire i due giovani, intimando loro di fermarsi. In un primo momento i ragazzi hanno provato a fuggire lungo il fiume ma quando il proprietario della barca ha iniziato a correre, chiamando anche i carabinieri, hanno capito di non avere molte alternative e hanno deciso di attraccare. Nei loro confronti, a quel punto, è scattata una denuncia alla procura di Treviso per furto aggravato. L'imbarcazione, invece, è stata restituita al legittimo proprietario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

  • Grave lutto per tutto il rugby veneto: a soli 55 anni si è spento Aldo Aceto

Torna su
TrevisoToday è in caricamento