Ennesimo furto al circolo NOI San Paolo di Treviso. I volontari: "Siamo esasperati"

Il colpo è avvenuto la settimana scorsa ed è il secondo in soli quindici giorni. L'obiettivo dei ladri è però sempre lo stesso, ossia quello di rubare alcolici e fondocassa

La porta scassinata la scorsa estate

TREVISO Due furti in soli quindici giorni, sei in totale in pochi mesi. Questo lo sfortunato destino del circolo NOI San Paolo di Treviso, in via Grecia. L'ultimo in ordine di tempo è avvenuto nella nottata tra giovedì e venerdì scorsi, ma il bottino in questo caso è stato 'magro', solo un paio di bottiglie di alcolici in quanto il fondocassa (già più volte rubato in passato), era stato precedentemente messo al sicuro in altro luogo. Anche questa volta però a rattristare i volontari del circolo è soprattutto la conta dei danni provocati dai ladri che, dopo aver scavalcato il cancello d'ingresso, hanno forzato la porta d'ingresso causando così danni ingenti.

"Recentemente abbiamo anche installato un sistema d'allarme - ci racconta Enrico Stecca, referente di NOI San Paolo - Purtroppo però, pur essendo scattato, nessuno nei dintorni ha sentito nulla. Siamo infatti in una zona buia e poco frequentata. Adesso ci stiamo attivando per l'acquisto di sensori di movimento e faretti, ma è da tempo che chiediamo al Comune di implementare l'illuminazione nell'area e di provvedere ad installare anche delle telecamere a favore di tutti i residenti. Sappiamo che ci sono tempi tecnici ovviamente, ma speriamo che siano il più brevi possibili. In ogni caso spiace molto, perchè è la sesta volta che subiamo un furto e perchè così si crea un danno a tutti quei volontari che con tanto sacrificio e dedizione si prodigano per le attività che realizziamo coi ragazzi del quartiere".

Questa volta però, dopo l'ennesima denuncia presentata alle forze dell'ordine, pare che la polizia abbia in parte individuato gli autori dei furti che fino ad oggi erano rimasti ignoti: potrebbe difatti trattarsi di una delle tante piccole bande di ragazzi e non solo che imperversano da tempo tra San Liberale, Santa Bona e Monigo. A prescindere da ciò però, i volontari del circolo hanno già comunque sistemato quanto danneggiato e sono pronti a continuare le loro attività sociali e ricreative, per un messaggio di forza e caparbietà anche contro coloro che hanno preso di mira il circolo per le loro scorribande.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

  • Virus incurabile, cantante trevigiana muore a 51 anni

  • Dispositivo anti telelaser in auto, maxi multa per un 32enne

  • Frontale tra auto lungo la Postumia: 5 le persone ferite, una è grave all'ospedale

  • Suicidio all'Hotel Treviso, 47enne trovato senza vita nella sua stanza

  • Malattia incurabile, farmacista perde la vita a 57 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento