Manomettono il contatore per non pagare la corrente: denunciati

Blitz dei carabinieri di Pieve di Soligo in un'abitazione di Sernaglia della Battaglia dove padre e figlio sono stati denunciati con l'accusa di furto aggravato di energia elettrica

I Carabinieri della Stazione di Pieve di Soligo nel corso di un servizio mirato alla prevenzione dei reati contro il patrimonio, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Treviso per il reato di furto aggravato: l'86enne G.R., e il 45enne G.D., entrambi italiani e residenti a Sernaglia della Battaglia.

I due soggetti sono stati sorpresi all’interno della propria abitazione in via Masarole con il contatore della corrente elettrica manomesso, al fine di consumare energia elettrica senza pagarne il reale corrispettivo. Gli accertamenti sono stati svolti mediante l’ausilio dei tecnici della società “E-Distribuzione”, che hanno constatato l’effettiva manomissione del contatore, facendo configurare per i due soggetti il reato di furto aggravato di energia elettrica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Torna la neve a bassa quota: stato di attenzione nella Marca

Torna su
TrevisoToday è in caricamento