giovedì, 24 aprile 12℃

Derubata nel letto d'ospedale, ladri le sfilano anche la fede

Furto all'ospedale di Montebelluna. Dei ladri si sono introdotti nella stanza di una malata terminale sfilandole dalle dita tutti gli anelli, fede nuziale compresa

Redazione16 dicembre 2011
2

I malviventi non si fermano nemmeno di fronte alla malattia. All'ospedale San Valentino di Montebelluna una novantunenne, malata terminale, è stata derubata anche della fede nuziale. La paziente, sedata, non si accorta di nulla, così come la donna ricoverata nella sua stessa stanza.

La scoperta è stata fatta dai parenti, che la mattina successiva sono andati a trovarla e hanno notato che dalle sue dita mancavano tutti gli anelli, fede nuziale compresa.

I Carabinieri stanno indagando, ma non sembrano esserci dubbi sulla dinamica del furto: qualcuno nella notte si è introdotto nella stanza doppia del reparto di geriatria, ha capito o già sapeva che la novantunenne era incosciente e ha messo a segno il colpo.

Informata dell'accaduto, la direzione dell'ospedale si è scusata con i familiari della paziente, profondamente scossi, e ha inviato una relazione alla direzione generale ad Asolo, che ha disposto un'indagine. Una denuncia del furto è stata esposta anche ai Carabinieri di Montebelluna.

Annuncio promozionale

A suscitare lo sconcerto e la rabbia dei parenti della novantunenne è stato soprattutto il fatto che non si è trattato del solito furto in un armadietto: il ladro ha sfilato gli anelli direttamente dalle mani della vittima, il che fa sorgere un grosso interrogativo sulla sicurezza del nosocomio.

Montebelluna
furti

2 Commenti

Feed
  • Avatar di giovanni bosco

    giovanni bosco ...............se certa gente a persone nella medesima condizione non si fanno scrupolo ad uccidere figuriamoci a derubare........

    il 16 dicembre del 2011
    • Avatar anonimo di io84

      io84 è uno schifo!!!!e adesso vogliono anche far uscire prima i detenuti è una vergogna è l'istigazione a compiere reati!!!che schifo!!!!

      il 17 dicembre del 2011