Onda Pride: Treviso è la città scelta nel Triveneto, al via i preparativi

L'amministrazione comunale incontra l'associazione Lgbte per delineare i dettagli sul passaggio nella città del Gay Pride

(foto Facebook Coordinamento Lgbt Treviso)

TREVISO L’associazione Lgbte (Lesbiche, Gay, Bissessuli, Transgender ed Eterosessuali) ha scelto la città di Treviso come tappa per la parata triveneta del Gay Pride 2016. Quella che poteva fino a qualche mese fa essere considerata solo una delle tante città proposte per il passaggio dell’Onda Pride ora è una realtà concreta.

Si ipotizza che la partecipazione all’evento per il capoluogo sia stata possibile dopo il cambio di guardia avvenuto nell’Amministrazione comunale: dal ventennio leghista si è passati infatti alla nuova politica di centro sinistra del Sindaco Giovanni Manildo che attraverso realtà concrete come l’introduzione del registro delle unioni civili e la registrazione di un matrimonio tra due omosessuali trevigiani, ha dimostrato come la filosofia politica fosse nettamente cambiata.

Come riportato dai quotidiani locali, la coordinatrice trevigiana di Lgbte Marina Marzari, ha sottolineato però come che la manifestazione non dovrà avere nessun colore politico in quanto festa di espressione libera. In occasione dell’Onda Pride la città sta programmando una serie di iniziative di intrattenimento le quali toccheranno anche tematiche culturali e sociali che si svolgeranno nel centro storico e in tutta la provincia. Il Comitato Lgbte ha inoltre  già avuto un incontro con il Sindaco e l’Amministrazione per poter programmare in dettaglio la prossima manifestazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da tre giorni: Giorgia ritrovata a Napoli nella notte

  • Da oltre 24 ore non si hanno più notizie di Giorgia: mobilitati i social per ritrovarla

  • Tumore incurabile, il sorriso di Roberta si spegne a soli 54 anni

  • Tamponamento tra quattro mezzi in A27, autostrada in tilt

  • Abusi sessuali in seminario: «Io, violentato da due preti che ancora esercitano in Veneto»

  • Epatite fulminante, il sorriso di Ennio Vendramini si spegne a 53 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento