Genty-Lega, sarà davvero divorzio?

Se da un lato i vertici della lega veneta, dal Governatore Luca Zaia in giù, hanno sempre profressato lo slogan "Porte aperte per tutti" dall'altra parte Salvini avrebbe già dichiarato che dello Sceriffo si può fare a meno

TREVISO Continuano le storie tese tra il carroccio trevigiano e lo Sceriffo. L'ex sindaco di Treviso Giancarlo Gentilini è già più o meno ufficialemente escluso dalla Lega da diverso tempo per delle posizioni non proprio consone al partito. Se da un lato i vertici della lega veneta, dal Governatore Luca Zaia in giù, hanno sempre profressato lo slogan "Porte aperte per tutti" dall'altra parte Salvini avrebbe già dichiarato che dello Sceriffo si può fare a meno - come riportato da "La Tribuna di Treviso" .

Una cosa è certa: una lista "Gentilini per Treviso" alle amministrative 2018 di Treviso ci sarà, anche se al momento, a cinque mesi dal voto, non è dato sapere se correrà in solitaria, con il carroccio (o con il centrodestra unito di De Checchi, che però potrebbe aver già varcato la porta aperta della Lega). E alla fine arriva lui: uno Sceriffo di 88 anni che tra social e presenza fisica in Città riesce ancora ad avere un grosso peso nel cuore dei trevigiani e che a quanto pare farà ancora la parte del leone per la corsa a Ca' Sugana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento