Ciclista travolto sul Montello, l'automobilista guidava ubriaco e contromano

Il conducente del mezzo, un 35enne di Giavera, è ora indagato per lesioni gravissime. Posti sotto sequestro l'auto e la bici per una perizia sulla dinamica dello schianto. Restano gravissime le condizioni del ferito, un tecnico chimico di 41 anni

L'ingresso dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso

L'auto che lo ha travolto viaggiava in contromano e l'uomo al volante del mezzo era completamente ubriaco. Emerge in queste ore un tremendo risvolto sull'incidente che martedì sera aveva visto coinvolto un tecnico chimico di 41 anni, Dario Bortoletto, di Casale sul Sile. L'uomo si trova ricoverato presso il reparto di terapia intensiva dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso, in coma: la prognosi resta riservata.

L'incidente era avvenuto poco dopo le 20 di martedì a Giavera del Montello, lungo via degli Alpini. Il cicloamatore stava percorrendo in sella alla sua bici la dorsale lungo il Montello quando, nei pressi dell'agriturismo Vettorel, è stato travolto da un'auto in transito, una Lancia Y guidata da un 35enne di Giavera, ed è stato sbalzato violentemente sull'asfalto.

A dare l'allarme al 118 è stato lo stesso automobilista che nel frattempo, insieme ad altre persone che erano di passaggio in zona ha prestato le prime cure al malcapitato, trasportato d'urgenza dall'elicottero del Suem 118, in pronto soccorso. Le condizioni del ciclista, secondo quanto accertato, sarebbero molto gravi e la prognosi è per ora riservata. Per i rilievi del caso sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Montebelluna che hanno accertato come il 35enne fosse al volante con un tasso alcolemico fuorinorma (circa 0,9 gr/l). Era inoltre evidente che l'auto, al momento dello schianto, stesse viaggiando contromano, nella corsia percorsa dal ciclista che è stato dunque letteralmente travolto. La Procura di Treviso ha aperto un fascicolo d'inchiesta a carico del 35enne, incensurato e disoccupato, con l'ipotesi di reato di lesioni gravissime. Entrambi i mezzi sono stati posti sotto sequestro per essere sottoposti ad una perizia per chiarire l'esatta dinamica dell'incidente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento