Scoppia cabina elettrica a Sacile, grave Giorgio Piovesana

Il 58enne di Francenigo di Gaiarine stava lavorando alla caserma Slataper quando è accaduto l'incidente. Ferite anche altre due persone, un militare e un civile

Un brutto incidente ha comportato il ferimento di tre persone, venerdì pomeriggio a Sacile. Tra loro Giorgio Piovesana, 58 anni, di Francenigo di Gaiarine.

Poco dopo le 16 alla caserma Slataper, sede del settimo reggimento trasmissioni dell'esercito, è scoppiato il trasformatore di una cabina elettrica.

Il boato è stato sentito distintamente dai residenti della zona e l'esplosione ha sbalzato di alcuni metri i tre uomini che lavoravano lì intorno: un militare, un civile e un tecnico, Piovensana.

Sul posto sono intervenuti i medici del 118, i vigili del fuoco e i carabinieri. I tre feriti sono stati trasportati negli ospedali di Udine e Pordenone con gravissime ustioni su tutto il corpo. Ad avere la peggio sarebbe stato Piovesana, titolare della ditta che stava effettuando i lavori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Cade dalla sedia della sua cameretta, bimbo di nove anni grave all'ospedale

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento