Furti in casa, operaio 58enne arrestato dai carabinieri

L'uomo, residente a Rosà, ha messo a segno nel 2018 due colpi a Gaiarine mentre uno è fallito a Godega: nella fuga un testimone ha scorto la targa dell'auto utilizzata per scappare

I carabinieri della stazione di Godega

Aveva messo a segno due furti in abitazione a Gaiarine, nell'aprile dello scorso anno (rubando solo un borsello e pochi oggetti di valore), mentre un terzo colpo, tentato a Godega di Sant'Urbano ad ottobre, era miseramente fallito: scoperto e messo in fuga dal padrone di casa, era stato costretto a fuggire in auto. A distanza di diversi mesi i carabinieri delle stazioni di Godega e Codognè sono riusciti ad identificarlo ed arrestarlo: si tratta di un operaio 58enne di Rosà, M.I., con vari precedenti alle spalle.

Nella giornata di ieri, lunedì, i militari hanno eseguito nei suoi confronti un'ordinanza di custodia cautelare in carcere: attualmente l'uomo si trova rinchiuso nel carcere di Vicenza. La tecnica usata dal 58enne era del tutto particolare: dopo aver raggiunto un centro abitato, percorreva durante il giorno le strade a caccia di abitazioni facilmente attaccabili: individuato l'obiettivo da colpire, il malvivente entrava all'interno (solitamente da porte sul retro) per trafugare borselli, portafogli o denaro. Fatale al ladro è stato un testimone che aveva notato, dopo il furto tentato a Godega, l'auto usata per la fuga dal 58enne, annotando parte della targa del veicolo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: tre giorni di feste e divertimento

  • Autotreno pieno di ghiaia si ribalta in strada: traffico in tilt

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

  • Camionista trovato morto nel parcheggio del centro commerciale Arsenale

  • Lutto nel mondo del Prosecco: Orfeo Varaschin muore a 50 anni

  • Come pulire la lavatrice: consigli per farla tornare come nuova

Torna su
TrevisoToday è in caricamento