Assegnazione degli appalti, l'assessore Michielan porta gli atti in Procura

Illuminazione sfera di Benetton e fontana piazza San Leonardo. Michielan: "Ho deciso di mettere una volta per tutte la parola fine a questo indegno attacco mediatico"

L'assessore Ofelio Michielan. Foto da profilo ufficiale Facebook

TREVISO "Sono indignato, come cittadino prima ancora che come amministratore: assisto da giorni ad una continua e pervicace campagna diffamatoria nei miei confronti fondata sul nulla, che insinua l'esistenza di irregolarità nell'assegnazione degli appalti per l'illuminazione della sfera di Benetton e della fontana di S. Leonardo, opere che tra l’altro hanno incontrato l’unanime gradimento da parte della cittadinanza", dichiara l'assessore alla cura e al benessere urbano Ofelio Michielan.

"Ho già avuto modo di fornire tutte le informazioni del caso alla stampa, e sono già state inviate anche le risposte all’interrogazione del Consigliere Conte. Ciò nonostante, il gruppo consiliare della Lega – ringalluzzito dal nuovo corso e dalle fresche nomine - non ha trovato miglior strumento per mettersi in luce se non quello di acquistare un'inserzione a pagamento sul Gazzettino, carica di domande insinuanti e diffamatorie: un atteggiamento intollerabile e di basso profilo che la dice lunga sulla caratura umana, prima ancora che politica di questi individui."

"C’è infatti chi da persona onesta, con senso di responsabilità, cerca di dedicare il proprio impegno sociale e civico al benessere della collettività, e c’è chi invece fa politica disinteressandosi di cosa sia realmente il “bene comune”, ma semplicemente cercando di buttar fango sull’avversario, di alzare polveroni, di inscenare siparietti e insinuare dubbi quotidiani al fine di emergere ad ogni costo. A questo punto - chiude l'assessore - essendo stato raggiunto un livello non più tollerabile di scorrettezza ed essendo io tranquillissimo dal punto di vista della regolarità della vicenda, ho deciso di mettere una volta per tutte la parola fine a questo indegno attacco mediatico, portando gli atti in Procura per l'opportuna tutela della mia reputazione e della mia onorabilità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Incidente in motorino, Roberto Artuso muore dissanguato in Congo

  • Tumore incurabile, papà Fabio muore in pochi mesi a 51 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento