Capodanno, incendio nella notte: sala giochi e casette di legno distrutte dalle fiamme

Il rogo all'alba del 1 gennaio nella nota località balneare in provincia di Udine. All'origine dell'incendio sembra esserci lo scoppio di un petardo. Trevigiano il proprietario della struttura

L'incendio di Lignano Sabbiadoro (Foto tratta da Udinetoday)

Erano circa le 5 di mercoledì mattina, 1 gennaio, quando a Lignano Sabbiadoro è scoppiato un incendio che ha distrutto delle casette in legno allestite per Natale propagandosi in una sala giochi, chiusa nel periodo invernale, causando molti danni.

Sul posto sono intervenuti pochi minuti più tardi i vigili del fuoco con squadre da Lignano e Cervignano per domare le fiamme che, nel frattempo, avevano completamente avvolto le due strutture in legno allargandosi anche alla vicina sala giochi. Per capire l'esatta dinamica dei fatti sono intervenuti i carabinieri e la Polizia locale. Da una prima ricostruzione, ancora in attesa di conferma, sembrerebbe che le fiamme divampate sul tetto di una delle casette, sarebbero state innescate da un petardo esploso per festeggiare il Capodanno. La struttura interessata dall'incendio, dichiarata inagibile, era di proprietà di Fulvio Ceschin, noto imprenditore di Cappella Maggiore. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è la prima vittima a Treviso: è una donna di 75 anni

  • Lascia un biglietto d'addio poi si toglie la vita a soli 39 anni

  • Malore fatale al lavoro: padre di due bambini muore a 31 anni

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

  • Operaio con febbre alta: «Ero a Vo'». Dipendenti tutti a casa alla "Breton"

  • Coronavirus a Treviso, 12 persone positive al tampone: scatta l'isolamento

Torna su
TrevisoToday è in caricamento