Gara in auto a folle velocità: giovane rischia 12 anni di carcere

Accuse pesantissime verso D.M., il 26enne di Fonte che secondo gli inquirenti il 10 agosto stava gareggiando con Mircea Timis, che poi ha perso la vita

Mircea Timis, 24 anni, la vittima dell'incidente

CASTELLO DI GODEGO Dodici. Sono gli anni di carcere che rischia D.M., il 26enne di Fonte che il 10 agosto, secondo gli investigatori, stava gareggiando in auto a folle velocità con Mircea Timis, che durante la sfida si era schiantato a Castello di Godego perdendo la vita. Come scrivono i quotidiani locali, D.M. sarebbe indagato per omicidio colposo, omissione di soccorso, gara di velocità con morte e morte come conseguenza di un altro delitto.

Accuse pesantissime, quelle mosse dalla Procura, che sta indagando per cercare di ricostruire i fatti con precisione. L’incidente risale allo scorso 10 agosto. La vittima era uscita di strada al volante della sua auto durante la gara e all’arrivo dei soccorsi ogni tentativo di rianimarla si era rivelato inutile.

Ora, a distanza di poche settimane, spuntano le prime ipotesi su un’eventuale condanna, che sarà valutata anche in base a una verifica tecnica che sarà eseguita lunedì prossimo. Il 26enne rischia, nel caso in cui le imputazioni dovessero trovare una conferma, una condanna i dodici anni di reclusione. Il ragazzo, da parte sua, allo stato attuale ha negato ogni accusa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento