Incidente di Musile: mercoledì i funerali di Giulia, per Alberto si attende l'uscita dal coma

Le esequie della giovane, deceduta venerdì mattina, si terranno alle ore 10.30 presso il Duomo di Castelfranco. Per il ragazzo, invece, continuano le indagini per omicidio stradale

Un'intera comunità distrutta dal dolore si riunirà mercoledì alle ore 10.30, al Duomo di Castelfranco Veneto, per dare l'ultimo saluto alla 19enne Giulia Zandarin, deceduta venerdì mattina a Musile a seguito di un grave incidente stradale. Alla guida dell'auto finita poi fuori strada c'era il 18enne Alberto Antonello, sopravvissuto all'impatto ma ora ancora ricoverato all'ospedale di Mestre dove si trova in coma, anche se la famiglia spera che già entro la fine del weekend possa risvegliarsi. Non sarà però facile per il giovane venire a conoscenza della morte della ragazza, oltre al fatto che per questo motivo è ora indagato per omicidio stradale visto anche che si trovava alla guida con un tasso alcolemico di 0,76 g/l.

Al dolore della famiglia Zandarin per la perdita dell'amata figlia si somma quindi ora anche quello della famiglia Antonello, molto in vista in quanto il fratello di Alberto è Andrea Antonello, ragazzo autistico spesso ospite della trasmissione "Le Iene" di Italia 1 insieme al papà, oltre che autore, grazie allo scrittore Fulvio Ervas, del libro "Se ti abbraccio non avere paura". Andrea, papà Franco e mamma Bianca si trovano ora a fianco del figlio che lotta per la vita in ospedale ma, come riporta "la Tribuna", non vogliono che ad Alberto sia associata la parola "delinquente" a causa della patente ritirata poche ore prima dello schianto. Il giovane era difatti alla guida di una Mercedes Classe A, nuova, con a bordo altre cinque persone e per questo era stato inizialmente multato per 60 euro essendo l'auto omologata per cinque persone totali. In seguito, però, uno dei cani delle forze dell'ordine ha segnalato la presenza di droga nell'auto ed è così scattata la perquisizione da cui è comparso mezzo grammo di hashish che ha quindi portato al ritiro della patente del ragazzo. Papà Franco però chiede rispetto per il figlio e per la famiglia di Giulia in questo momento di profondo dolore, senza che venga puntato il dito contro qualcuno o qualcosa, sperando solo nel sostegno della comunità locale in attesa che Alberto si risvegli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento